Mute Triathlon

Pianeta Donna: Le “sorelle terribili” del triathlon italiano

3 Flares Filament.io 3 Flares ×

Famiglia Romano

A cura di Domenica Dominique Oliveto

La versione maschile di una famosa serie televisiva britannica degli anni ’70 recitava “Attenti a quei due”, allora perché non tramutarla al femminile? Un film CULT, tratto dall’ omonima commedia di Neil Simon (1965) che ha rappresentato la definitiva consacrazione del duo Jack Lemmond / Walter Matthau come perfetta e affiatata coppia comica del cinema americano, invece, rappresentava le gesta de “La Strana Coppia”.

Ma si può andare oltre, ed allora perché non intitolare “Le sorelle terribili colpiscono ancora” l’ennesimo capitolo di una serie di successi che Marica e Giada Romano stanno cogliendo in successione oramai da anni nello sport giovanile italiano?

E’ così che Giada Romano, quest’anno già vice campionessa italiana ai campionati italiani giovanili di duathlon a Perugia, vice campionessa italiana ai campionati italiani giovanili di aquathlon e prima in coppa Italia giovani a Porto Sant’Elpidio (FM), domenica 21 giugno (2015 – ndr), ai campionati italiani cadetti per regioni – in rappresentanza della Toscana, ha conquistato il titolo di campionessa italiana corsa in salita grazie alla vittoria nella gara individuale.

La quattordicenne grossetana è stata protagonista di una gara straordinaria, condotta interamente in testa dal primo all’ultimo metro. Nell’inedito e spettacolare scenario di Gagliano del Capo, in provincia di Lecce, la giovane maremmana è riuscita a mantenere sempre un vantaggio di sicurezza nei confronti delle avversarie e al traguardo, dopo due chilometri e duecento metri, ha chiuso in 8’09” lasciandosi alle spalle di cinque secondi la fiorentina Lucrezia Misuri (8’14”) e la veneta Sara Mazzucco (8’18”).

È la prima volta che la Toscana si aggiudica un alloro nazionale nella corsa in montagna, finora sempre vinto dalle regioni dell’arco alpino. La gara si è svolta su un percorso impegnativo, molto tecnico soprattutto nella parte discendente, con il mare del Salento sullo sfondo in una giornata particolarmente calda. Giada Romano, quest’inverno si era piazzata terza fra le cadette nei campionati italiani di corsa campestre a Fiuggi (FR), invece durante la stagione su pista ha già realizzato il primato regionale dei 2000 metri con 6’33″5 un mese fa a Pietrasanta (LU), completando il tris di record toscani per il mezzofondo (nella scorsa stagione aveva corso 2’58″0 sui 1000 metri e 3’53″8 sui 1200 siepi).

Soddisfazione per il successo dell’atleta maremmana che ora punta diretta ai campionati italiani giovani di triathlon in programma il 18 e 19 Luglio a Revine Lago (TV). Soddisfazione che riviviamo dalla viva voce di Giada:

“Dopo il sopralluogo sul percorso, alle 18:10 abbiamo preso il via 2200 metri distanti dalla linea di arrivo.
Sin da subito, ho impostato il Mio ritmo su alte frequenze, per evitare chiusure da parte dalle avversarie e considerato che le strade del tracciato erano strette, con un fondo sconnesso e gradini difficili da salire. La maggior parte della gara si è svolta in salita ma, l’ordine dì arrivo è stato decisivo nelle parti in discesa, molto tecniche. Dopo i primi 500 metri ho accusato una lieve contrazione addominale ma il vantaggio accumulato mi ha permesso di controllare e vincere questi Campionati Italiani che mi hanno regalato belle emozioni e che come ogni altro tipo di gara, mi hanno motivata e mi hanno anche spinta a fare sempre meglio e a dare il massimo per raggiungere tutti gli obiettivi che mi sono prefissata sin da piccola”.

Non da meno l’altra “perla” della famiglia Romano, la prima delle due “sorelle terribili” – Marica.

Marica, dopo un trascorso nelle prime categorie giovanili del triathlon su strada, nel quale ha conquistato il titolo di campionessa italiana ed altri eccellenti piazzamenti, in questo scorcio iniziale di Stagione, ha deciso di cimentarsi nell’esperienza del triathlon off – road, quello cioè che vede le frazioni di ciclismo e podismo svolgersi su strade non asfaltate, dove bisogna far ricorso ad un diverso tipo di attrezzatura e giocoforza ad un differente tipo di preparazione. Nella frazione ciclistica, infatti, la classica bicicletta da strada cede il passo alle “ruote grasse” della mountain bike.

Dopo la vittoria di Cremona ad inizio stagione e gli ottimi piazzamenti di Punta Ala – Grosseto e Tarzo Revine (TV), circa 4 settimane fa, è giunta , per la forte triatleta maremmana la convocazione in nazionale per il campionato europeo triathlon cross che si terrà a Schulsee (Germania), il prossimo 19 Luglio e punterà poi al mondiale triathlon cross  di Orosei (NU) del  27 Settembre.

Queste, a caldo, le prime parole di Marica dopo la convocazione azzurra:

“Mi sembra solo ieri, quando ho cominciato a cimentarmi nell’avventura della multidisciplina. Non avrei mai immaginato di riuscire ad ottenere la convocazione per un campionato europeo! Ringrazio mio padre che mi ha allenata con costanza e il resto della mia famiglia per il supporto. Il body della nazionale sarà per me uno stimolo in più per fare meglio e rendere tutti fieri di me”

Soddisfazione TRIPLA, dunque in “Casa Romano”, dove a gioire non sono solo le due “sorelle terribili”, ma anche papà Gianni, che da sempre è il loro allenatore.

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Pianeta Donna: Le “sorelle terribili” del triathlon italiano

10th luglio, 2015
3 Flares Filament.io 3 Flares ×

Famiglia Romano

A cura di Domenica Dominique Oliveto

La versione maschile di una famosa serie televisiva britannica degli anni ’70 recitava “Attenti a quei due”, allora perché non tramutarla al femminile? Un film CULT, tratto dall’ omonima commedia di Neil Simon (1965) che ha rappresentato la definitiva consacrazione del duo Jack Lemmond / Walter Matthau come perfetta e affiatata coppia comica del cinema americano, invece, rappresentava le gesta de “La Strana Coppia”.

Ma si può andare oltre, ed allora perché non intitolare “Le sorelle terribili colpiscono ancora” l’ennesimo capitolo di una serie di successi che Marica e Giada Romano stanno cogliendo in successione oramai da anni nello sport giovanile italiano?

E’ così che Giada Romano, quest’anno già vice campionessa italiana ai campionati italiani giovanili di duathlon a Perugia, vice campionessa italiana ai campionati italiani giovanili di aquathlon e prima in coppa Italia giovani a Porto Sant’Elpidio (FM), domenica 21 giugno (2015 – ndr), ai campionati italiani cadetti per regioni – in rappresentanza della Toscana, ha conquistato il titolo di campionessa italiana corsa in salita grazie alla vittoria nella gara individuale.

La quattordicenne grossetana è stata protagonista di una gara straordinaria, condotta interamente in testa dal primo all’ultimo metro. Nell’inedito e spettacolare scenario di Gagliano del Capo, in provincia di Lecce, la giovane maremmana è riuscita a mantenere sempre un vantaggio di sicurezza nei confronti delle avversarie e al traguardo, dopo due chilometri e duecento metri, ha chiuso in 8’09” lasciandosi alle spalle di cinque secondi la fiorentina Lucrezia Misuri (8’14”) e la veneta Sara Mazzucco (8’18”).

È la prima volta che la Toscana si aggiudica un alloro nazionale nella corsa in montagna, finora sempre vinto dalle regioni dell’arco alpino. La gara si è svolta su un percorso impegnativo, molto tecnico soprattutto nella parte discendente, con il mare del Salento sullo sfondo in una giornata particolarmente calda. Giada Romano, quest’inverno si era piazzata terza fra le cadette nei campionati italiani di corsa campestre a Fiuggi (FR), invece durante la stagione su pista ha già realizzato il primato regionale dei 2000 metri con 6’33″5 un mese fa a Pietrasanta (LU), completando il tris di record toscani per il mezzofondo (nella scorsa stagione aveva corso 2’58″0 sui 1000 metri e 3’53″8 sui 1200 siepi).

Soddisfazione per il successo dell’atleta maremmana che ora punta diretta ai campionati italiani giovani di triathlon in programma il 18 e 19 Luglio a Revine Lago (TV). Soddisfazione che riviviamo dalla viva voce di Giada:

“Dopo il sopralluogo sul percorso, alle 18:10 abbiamo preso il via 2200 metri distanti dalla linea di arrivo.
Sin da subito, ho impostato il Mio ritmo su alte frequenze, per evitare chiusure da parte dalle avversarie e considerato che le strade del tracciato erano strette, con un fondo sconnesso e gradini difficili da salire. La maggior parte della gara si è svolta in salita ma, l’ordine dì arrivo è stato decisivo nelle parti in discesa, molto tecniche. Dopo i primi 500 metri ho accusato una lieve contrazione addominale ma il vantaggio accumulato mi ha permesso di controllare e vincere questi Campionati Italiani che mi hanno regalato belle emozioni e che come ogni altro tipo di gara, mi hanno motivata e mi hanno anche spinta a fare sempre meglio e a dare il massimo per raggiungere tutti gli obiettivi che mi sono prefissata sin da piccola”.

Non da meno l’altra “perla” della famiglia Romano, la prima delle due “sorelle terribili” – Marica.

Marica, dopo un trascorso nelle prime categorie giovanili del triathlon su strada, nel quale ha conquistato il titolo di campionessa italiana ed altri eccellenti piazzamenti, in questo scorcio iniziale di Stagione, ha deciso di cimentarsi nell’esperienza del triathlon off – road, quello cioè che vede le frazioni di ciclismo e podismo svolgersi su strade non asfaltate, dove bisogna far ricorso ad un diverso tipo di attrezzatura e giocoforza ad un differente tipo di preparazione. Nella frazione ciclistica, infatti, la classica bicicletta da strada cede il passo alle “ruote grasse” della mountain bike.

Dopo la vittoria di Cremona ad inizio stagione e gli ottimi piazzamenti di Punta Ala – Grosseto e Tarzo Revine (TV), circa 4 settimane fa, è giunta , per la forte triatleta maremmana la convocazione in nazionale per il campionato europeo triathlon cross che si terrà a Schulsee (Germania), il prossimo 19 Luglio e punterà poi al mondiale triathlon cross  di Orosei (NU) del  27 Settembre.

Queste, a caldo, le prime parole di Marica dopo la convocazione azzurra:

“Mi sembra solo ieri, quando ho cominciato a cimentarmi nell’avventura della multidisciplina. Non avrei mai immaginato di riuscire ad ottenere la convocazione per un campionato europeo! Ringrazio mio padre che mi ha allenata con costanza e il resto della mia famiglia per il supporto. Il body della nazionale sarà per me uno stimolo in più per fare meglio e rendere tutti fieri di me”

Soddisfazione TRIPLA, dunque in “Casa Romano”, dove a gioire non sono solo le due “sorelle terribili”, ma anche papà Gianni, che da sempre è il loro allenatore.

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×
By
@novellimarco
3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×
backtotop