Mute Triathlon

Partecipazione degli stranieri: rispettato il regolamento al campionato italiani di duathlon di Torino?

2 Flares Filament.io 2 Flares ×

dubbio

Domenica si correranno i campionati italiani di duathlon sprint a Torino. Tra gli oltre 800 atleti al via ci sono 3 stranieri, Ana Maria Cretu (numero 14), Cicioc Anuta Lacrimioara (numero 124) e Sergiy Polikarpenko (numero 552).

Cosa dice il regolamento in merito alla loro partecipazione? Nello specifico, il REGOLAMENTO TECNICO  è chiaro:

03.07 Gli atleti stranieri non possono partecipare alle competizioni che assegnano i Titoli Individuali Italiani, ad eccezione del Triathlon Lunga Distanza, del Winter Triathlon e del Triathlon Cross Country.

Leggendo l’articolo 3.07 quindi è esclusa la partecipazione degli stranieri essendo un titolo italiano individuale e non rientrando nelle tre eccezioni. L’articolo 03.10 entra ancora più nello specifico e non lascia spazio a interpretazioni:

03.10 Gli atleti stranieri possono partecipare alle prove dei Circuiti Nazionali, ad esclusione di quelle che assegnano titoli individuali (con eccezioni come da articolo 03.07).

Torino è valida anche come 2° tappa del circuito nazionale di duathlon, ma l’articolo 03.10 non lascia spazio a dubbi: gli stranieri NON POSSONO correre. Non a caso sempre nel regolamento tecnico è specificato:

Art. 34 Duathlon Sprint, Campionati Italiani Individuali Assoluti
……..
34.03 A questa gara non potranno iscriversi atleti stranieri.

Andando però a scorrere la CIRCOLARE GARE  troviamo:

Per tutti i Titoli Italiani, anche quelli validi quali prova dei Circuiti Nazionali, è prevista la partecipazione di atleti stranieri che non concorreranno al titolo e relativo montepremi, e che dovranno partire in batteria separata (ad eccezione delle gare dove è consentita), e dovranno avere classifica separata dal titolo

Siamo chiaramente alla totale contraddizione di quanto scritto nel regolamento tecnico, addirittura si dice che in tutti i titoli italiani posso partecipare gli stranieri ! Analizzando letteralmente il regolamento tecnico però si evince chiaramente che non lascia spazio ad eventuali eccezioni riscontrabili nella circolare gare (come invece specificato nei casi in cui è previsto) . La presenza di stranieri in start list risulta quindi illegittima secondo il regolamento tecnico, mentre per la circolare gare no. Si può però notare come nemmeno l’eventuale  partenza in batteria separata è garantita, in quanto le donne hanno numerazione comune alle italiane (la Cretu addirittura ha il 14), mentre per gli uomini Polikarpenko è in 3° batteria (su 4).

Vedremo come sarà interpretato il regolamento o se sarà permessa qualche deroga allo stesso come successo in diverse occasioni nella scorsa stagione,

 

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Partecipazione degli stranieri: rispettato il regolamento al campionato italiani di duathlon di Torino?

18th marzo, 2015
2 Flares Filament.io 2 Flares ×

dubbio

Domenica si correranno i campionati italiani di duathlon sprint a Torino. Tra gli oltre 800 atleti al via ci sono 3 stranieri, Ana Maria Cretu (numero 14), Cicioc Anuta Lacrimioara (numero 124) e Sergiy Polikarpenko (numero 552).

Cosa dice il regolamento in merito alla loro partecipazione? Nello specifico, il REGOLAMENTO TECNICO  è chiaro:

03.07 Gli atleti stranieri non possono partecipare alle competizioni che assegnano i Titoli Individuali Italiani, ad eccezione del Triathlon Lunga Distanza, del Winter Triathlon e del Triathlon Cross Country.

Leggendo l’articolo 3.07 quindi è esclusa la partecipazione degli stranieri essendo un titolo italiano individuale e non rientrando nelle tre eccezioni. L’articolo 03.10 entra ancora più nello specifico e non lascia spazio a interpretazioni:

03.10 Gli atleti stranieri possono partecipare alle prove dei Circuiti Nazionali, ad esclusione di quelle che assegnano titoli individuali (con eccezioni come da articolo 03.07).

Torino è valida anche come 2° tappa del circuito nazionale di duathlon, ma l’articolo 03.10 non lascia spazio a dubbi: gli stranieri NON POSSONO correre. Non a caso sempre nel regolamento tecnico è specificato:

Art. 34 Duathlon Sprint, Campionati Italiani Individuali Assoluti
……..
34.03 A questa gara non potranno iscriversi atleti stranieri.

Andando però a scorrere la CIRCOLARE GARE  troviamo:

Per tutti i Titoli Italiani, anche quelli validi quali prova dei Circuiti Nazionali, è prevista la partecipazione di atleti stranieri che non concorreranno al titolo e relativo montepremi, e che dovranno partire in batteria separata (ad eccezione delle gare dove è consentita), e dovranno avere classifica separata dal titolo

Siamo chiaramente alla totale contraddizione di quanto scritto nel regolamento tecnico, addirittura si dice che in tutti i titoli italiani posso partecipare gli stranieri ! Analizzando letteralmente il regolamento tecnico però si evince chiaramente che non lascia spazio ad eventuali eccezioni riscontrabili nella circolare gare (come invece specificato nei casi in cui è previsto) . La presenza di stranieri in start list risulta quindi illegittima secondo il regolamento tecnico, mentre per la circolare gare no. Si può però notare come nemmeno l’eventuale  partenza in batteria separata è garantita, in quanto le donne hanno numerazione comune alle italiane (la Cretu addirittura ha il 14), mentre per gli uomini Polikarpenko è in 3° batteria (su 4).

Vedremo come sarà interpretato il regolamento o se sarà permessa qualche deroga allo stesso come successo in diverse occasioni nella scorsa stagione,

 

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop