Mute Triathlon

On line la circolare gare 2015 con qualche dubbio

2 Flares Filament.io 2 Flares ×

Logo fitri

E on line sul sito fitri la CIRCOLARE GARE 2015 . Queste le principali novità :

–  Candidature: cambia la modalità di richiesta delle gare; gli organizzatori inseriranno on line la propria richiesta/candidatura che sarà immediatamente visibile con la dicitura “Gara in Approvazione”, se completa dei campi richiesti. Si tratterà quindi di un calendario provvisorio ed in evoluzione fino alle Delibere di assegnazione Titoli, Circuiti, Gare con titolazione Internazionale e Rank.

– Paratriathlon: definizione del Circuito IPS e assegnazione punteggi che il settore Paratriathlon porta al Campionato Italiano di Società; Assegnazione di un Montepremi dedicato al Circuito IPS di Società; obbligo di partecipazione esclusiva alle gare IPS se inserite in altre manifestazioni.

– Grand Prix Triathlon: Aumento del Montepremi di Società; ridefinizione dei punteggi di tappa assegnati agli atleti; possibilità di ingaggio per atleti stranieri senza obbligo di tesseramento; obbligo della divisa di gara secondo il formato Internazionale.

– Circuito Duathlon: ripartito in tre prove a inizio stagione e due a fine stagione con l’inserimento del Campionato di Duathlon Classico Assoluto.

– Circuito NoDraft: sostituita la prova di Duathlon Lungo con il Campionato Italiano di Duathlon Classico NoDraft. – Circuito Cross: alleggerito il montepremi di circuito a carico degli organizzatori delle prove non assegnatarie del titolo.

– Campionato Italiano di Società: aumentato il montepremi finale con l’inserimento delle Società dall’11° posto al 20°

Sicuramente qualche passo avanti è stato fatto, l’allargamento a 20 società premiate nel rank finale per società sicuramente sarà ben apprezzato da molti. Spalmato anche a fine stagione il calendario del circuito di duathlon con il campionato di duathlon classico assoluto che a differenza di questi ultimi anni dovrebbe svolgersi a inizio stagione.  La data della Coppa Italia e Coppa Crono Giovani viene anticipata notevolmente rispetto al passato, a Maggio c’è da pensare che quasi certamente sarà in piscina. Apprezzabile il tentativo di portare gli stranieri a correre il grand prix con la possibilità della “gara a gettone” senza il tesseramento obbligatorio per la società, peccato che  la stessa circolare gare non sia chiara sul numero di  “stranieri a gettone” da poter schierare in quanto al punto 2 del capitolo dedicato alla start list si chiarisce:

2. Ogni Società potrà far partecipare atleti stranieri con la formula dell’ingaggio, anche per singola prova, senza dover necessariamente effettuare il tesseramento annuale. Per ogni prova questa possibilità è limitata a 2 uomini e a 1 donna

Però al punto 7 si trova una chiara contraddizione a quanto poco prima esposto:

7.Ogni Società potrà iscrivere un numero illimitato di atleti italiani ELITE, nei limiti dei posti previsti dai criteri di cui sotto, e di Stranieri se tesserati per la propria Società, o con la formula dell’ingaggio

Rimane però l’obbligatorietà di avere almeno 2 giovani in squadra e la maggiorazione del loro punteggio che, anche se meno incisiva rispetto al 2014, da comunque un piccolo vantaggio alle società che sicuramente schiereranno diversi giovani, spesso con Wild card.

Quindi , errori grammaticali a parte, la circolare gare è già poco chiara, tra l’altro partorita senza alcun confronto con i delegati regionali, alcuni dei quali avevano chiesto, rispondendo alla domanda di convocazione della consulta come mai all’ordine del giorno non ci fosse la presentazione della circolare gare in modo da poterne discutere prima della sua pubblicazione. Naturalmente nessun confronto e circolare gare pubblicata.

Altro aspetto che lascia qualche dubbio è la ristrettezza dei tempi per la candidatura per le gare di “serie A”, solo 15 giorni sono pochi per poter mettere in piedi un evento complesso, anche se il recente passato insegna che diverse gare partorite in fretta e furia sono state poi cancellate per via della mancanza di permessi o dei problemi organizzativi , per cui non ci sarebbe da meravigliarsi se alcuni bandi andassero deserti o alcune sedi vengano poi cambiate senza ulteriore bando, come successo per il campionato italiano giovani di duathlon 2014, che ha cambiato sede (a circa 1000km di distanza dalla sede originaria) senza alcun bando pubblico.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

On line la circolare gare 2015 con qualche dubbio

17th ottobre, 2014
2 Flares Filament.io 2 Flares ×

Logo fitri

E on line sul sito fitri la CIRCOLARE GARE 2015 . Queste le principali novità :

–  Candidature: cambia la modalità di richiesta delle gare; gli organizzatori inseriranno on line la propria richiesta/candidatura che sarà immediatamente visibile con la dicitura “Gara in Approvazione”, se completa dei campi richiesti. Si tratterà quindi di un calendario provvisorio ed in evoluzione fino alle Delibere di assegnazione Titoli, Circuiti, Gare con titolazione Internazionale e Rank.

– Paratriathlon: definizione del Circuito IPS e assegnazione punteggi che il settore Paratriathlon porta al Campionato Italiano di Società; Assegnazione di un Montepremi dedicato al Circuito IPS di Società; obbligo di partecipazione esclusiva alle gare IPS se inserite in altre manifestazioni.

– Grand Prix Triathlon: Aumento del Montepremi di Società; ridefinizione dei punteggi di tappa assegnati agli atleti; possibilità di ingaggio per atleti stranieri senza obbligo di tesseramento; obbligo della divisa di gara secondo il formato Internazionale.

– Circuito Duathlon: ripartito in tre prove a inizio stagione e due a fine stagione con l’inserimento del Campionato di Duathlon Classico Assoluto.

– Circuito NoDraft: sostituita la prova di Duathlon Lungo con il Campionato Italiano di Duathlon Classico NoDraft. – Circuito Cross: alleggerito il montepremi di circuito a carico degli organizzatori delle prove non assegnatarie del titolo.

– Campionato Italiano di Società: aumentato il montepremi finale con l’inserimento delle Società dall’11° posto al 20°

Sicuramente qualche passo avanti è stato fatto, l’allargamento a 20 società premiate nel rank finale per società sicuramente sarà ben apprezzato da molti. Spalmato anche a fine stagione il calendario del circuito di duathlon con il campionato di duathlon classico assoluto che a differenza di questi ultimi anni dovrebbe svolgersi a inizio stagione.  La data della Coppa Italia e Coppa Crono Giovani viene anticipata notevolmente rispetto al passato, a Maggio c’è da pensare che quasi certamente sarà in piscina. Apprezzabile il tentativo di portare gli stranieri a correre il grand prix con la possibilità della “gara a gettone” senza il tesseramento obbligatorio per la società, peccato che  la stessa circolare gare non sia chiara sul numero di  “stranieri a gettone” da poter schierare in quanto al punto 2 del capitolo dedicato alla start list si chiarisce:

2. Ogni Società potrà far partecipare atleti stranieri con la formula dell’ingaggio, anche per singola prova, senza dover necessariamente effettuare il tesseramento annuale. Per ogni prova questa possibilità è limitata a 2 uomini e a 1 donna

Però al punto 7 si trova una chiara contraddizione a quanto poco prima esposto:

7.Ogni Società potrà iscrivere un numero illimitato di atleti italiani ELITE, nei limiti dei posti previsti dai criteri di cui sotto, e di Stranieri se tesserati per la propria Società, o con la formula dell’ingaggio

Rimane però l’obbligatorietà di avere almeno 2 giovani in squadra e la maggiorazione del loro punteggio che, anche se meno incisiva rispetto al 2014, da comunque un piccolo vantaggio alle società che sicuramente schiereranno diversi giovani, spesso con Wild card.

Quindi , errori grammaticali a parte, la circolare gare è già poco chiara, tra l’altro partorita senza alcun confronto con i delegati regionali, alcuni dei quali avevano chiesto, rispondendo alla domanda di convocazione della consulta come mai all’ordine del giorno non ci fosse la presentazione della circolare gare in modo da poterne discutere prima della sua pubblicazione. Naturalmente nessun confronto e circolare gare pubblicata.

Altro aspetto che lascia qualche dubbio è la ristrettezza dei tempi per la candidatura per le gare di “serie A”, solo 15 giorni sono pochi per poter mettere in piedi un evento complesso, anche se il recente passato insegna che diverse gare partorite in fretta e furia sono state poi cancellate per via della mancanza di permessi o dei problemi organizzativi , per cui non ci sarebbe da meravigliarsi se alcuni bandi andassero deserti o alcune sedi vengano poi cambiate senza ulteriore bando, come successo per il campionato italiano giovani di duathlon 2014, che ha cambiato sede (a circa 1000km di distanza dalla sede originaria) senza alcun bando pubblico.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop