Mute Triathlon

Non decolla il grand prix Italia

73 Flares Filament.io 73 Flares ×

 

analisi

Prende il via l’edizione 2015 del grand prix Italia con la prima tappa di Sabato a Rimini che come lo scorso anno aprirà il circuito. L’edizione 2014 si è chiusa con modesti risultati rispetto alle grandi aspettative con cui la Fitri aveva lanciato il progetto e l’edizione 2015 non sembra partire meglio.

Numeri in aumento ma ancora non decolla la partecipazione degli stranieri e dei nostri big. Anche se i numeri rispetto all’edizione 2014 della stessa tappa sono in aumento l’analisi sul sito Fitri della gara è a dir poco imbarazzante. Infatti con toni quasi trionfalistici si legge:

Per la prova maschile, invece presenti la gran parte dei P.O. ed elite..

Forse ci sarebbe da chiedere alla Fitri cosa intende per GRAN PARTE dei P.o , visto che su 5 (Fabian-Secchiero-Facchinetti-Uccellari-Andrea De Ponti) solo Fabian sarà al via (i P.o sono obbligati a prendere parte ad almeno una tappa), inoltre si afferma anche :

Tutti avranno quindi opportunità di confrontarsi con gli stranieri ingaggiati dalle società italiane, il cui numero rispetto allo scorso anno è cresciuto…

Vengono poi citati i nomi di 7 stranieri (dimenticandosi Leitner “stranamente” inserito a iscrizioni chiuse in quanto non appariva nella lista iscritti precedente) , ma forse bisognerebbe ricordare alla Fitri che a Rimini 2014 gli stranieri uomini al traguardo sono stati 8 e quindi , se la matematica non è un opinione, non c’è stato nessun aumento del numero di stranieri iscritti (tra l’altro quelli iscritti a Rimini 2014 erano più di quelli che poi hanno preso parte alla gara).

Ricordiamo poi che lo scorso anno a vincere a Rimini era stato Dmitry Polyansky , straniero di livello che quest’anno non ci sarà, così come l’ ex campione del mondo di duathlon U23 Andrè, Shaw e Svarc già avevano partecipato all’edizione 2014. Tra le donne nessuna P.O. al via , Petrini e Schanung idem, quindi solo “seconde linee” di fatto presenti, mentre si può considerare trascurabile l’aumento delle straniere da 5 dell’edizione 2014 a 7 in questa edizione.

Come già detto riguardo alle tappe dello scorso anno si tratta di fatto di una sorta di campionato giovanile,  infatti in campo maschile da 8 Youth B che hanno preso parte all’edizione 2014 si è passati a 10, mentre gli Junior da 7 si è  passati a 14. Tra le donne invece se tra le Youth B c’è stata una netta impennata (da 12 nel 2014 a 23 nel 2015) , tra le Junior c’è una atleta in meno rispetto allo scorso anno.

Altro aspetto riguarda le wild card, come lo scorso anno alcuni atleti sono apparsi in start list quando non risultavano nella lista degli iscritti a iscrizioni chiuse. E’ il caso di Steinwandter e di altri 5 atleti, di cui uno straniero (Leitner) e 4 giovani. Per quanto riguarda i giovani nonostante compaiano tutti inseriti come Wild Card, sembrerebbe si tratti di incomprensioni tra società e Fitri in fase di iscrizione ( alcuni nominativi “persi” e alcune sostituzioni inserite come Wild Card), mentre sia Steinwandter che Leitner non apparivano nelle precedenti liste degli iscritti , ma sono apparsi solo nella start list definitiva.

C’è poi da segnalare i soliti cognomi storpiati (PARMEGIANI invece di PARMIGIANI) o sbagliati (quella che la Fitri ha chiamato MELINA ARADAS è in realtà la spagnola ALONSO del Triathlon Cremona Stradivari che corre nella ITU da un paio di anni ), ma non ci si può aspettare diversamente visto che DELLA PASQUA corre da due anni con il body con scritto DALLA PASQUA ed è salito sui podi internazionali con il cognome sbagliato !

73 Flares Twitter 0 Facebook 71 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 73 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Non decolla il grand prix Italia

21st maggio, 2015
73 Flares Filament.io 73 Flares ×

 

analisi

Prende il via l’edizione 2015 del grand prix Italia con la prima tappa di Sabato a Rimini che come lo scorso anno aprirà il circuito. L’edizione 2014 si è chiusa con modesti risultati rispetto alle grandi aspettative con cui la Fitri aveva lanciato il progetto e l’edizione 2015 non sembra partire meglio.

Numeri in aumento ma ancora non decolla la partecipazione degli stranieri e dei nostri big. Anche se i numeri rispetto all’edizione 2014 della stessa tappa sono in aumento l’analisi sul sito Fitri della gara è a dir poco imbarazzante. Infatti con toni quasi trionfalistici si legge:

Per la prova maschile, invece presenti la gran parte dei P.O. ed elite..

Forse ci sarebbe da chiedere alla Fitri cosa intende per GRAN PARTE dei P.o , visto che su 5 (Fabian-Secchiero-Facchinetti-Uccellari-Andrea De Ponti) solo Fabian sarà al via (i P.o sono obbligati a prendere parte ad almeno una tappa), inoltre si afferma anche :

Tutti avranno quindi opportunità di confrontarsi con gli stranieri ingaggiati dalle società italiane, il cui numero rispetto allo scorso anno è cresciuto…

Vengono poi citati i nomi di 7 stranieri (dimenticandosi Leitner “stranamente” inserito a iscrizioni chiuse in quanto non appariva nella lista iscritti precedente) , ma forse bisognerebbe ricordare alla Fitri che a Rimini 2014 gli stranieri uomini al traguardo sono stati 8 e quindi , se la matematica non è un opinione, non c’è stato nessun aumento del numero di stranieri iscritti (tra l’altro quelli iscritti a Rimini 2014 erano più di quelli che poi hanno preso parte alla gara).

Ricordiamo poi che lo scorso anno a vincere a Rimini era stato Dmitry Polyansky , straniero di livello che quest’anno non ci sarà, così come l’ ex campione del mondo di duathlon U23 Andrè, Shaw e Svarc già avevano partecipato all’edizione 2014. Tra le donne nessuna P.O. al via , Petrini e Schanung idem, quindi solo “seconde linee” di fatto presenti, mentre si può considerare trascurabile l’aumento delle straniere da 5 dell’edizione 2014 a 7 in questa edizione.

Come già detto riguardo alle tappe dello scorso anno si tratta di fatto di una sorta di campionato giovanile,  infatti in campo maschile da 8 Youth B che hanno preso parte all’edizione 2014 si è passati a 10, mentre gli Junior da 7 si è  passati a 14. Tra le donne invece se tra le Youth B c’è stata una netta impennata (da 12 nel 2014 a 23 nel 2015) , tra le Junior c’è una atleta in meno rispetto allo scorso anno.

Altro aspetto riguarda le wild card, come lo scorso anno alcuni atleti sono apparsi in start list quando non risultavano nella lista degli iscritti a iscrizioni chiuse. E’ il caso di Steinwandter e di altri 5 atleti, di cui uno straniero (Leitner) e 4 giovani. Per quanto riguarda i giovani nonostante compaiano tutti inseriti come Wild Card, sembrerebbe si tratti di incomprensioni tra società e Fitri in fase di iscrizione ( alcuni nominativi “persi” e alcune sostituzioni inserite come Wild Card), mentre sia Steinwandter che Leitner non apparivano nelle precedenti liste degli iscritti , ma sono apparsi solo nella start list definitiva.

C’è poi da segnalare i soliti cognomi storpiati (PARMEGIANI invece di PARMIGIANI) o sbagliati (quella che la Fitri ha chiamato MELINA ARADAS è in realtà la spagnola ALONSO del Triathlon Cremona Stradivari che corre nella ITU da un paio di anni ), ma non ci si può aspettare diversamente visto che DELLA PASQUA corre da due anni con il body con scritto DALLA PASQUA ed è salito sui podi internazionali con il cognome sbagliato !

73 Flares Twitter 0 Facebook 71 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 73 Flares ×
By
@novellimarco
73 Flares Twitter 0 Facebook 71 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 73 Flares ×
backtotop