Mute Triathlon

Nell’inferno di Bellagio Incardona e Balestra Fiori su tutti

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Nell'inferno di Bellagio Incardona e Balestra Fiori su tutti

La vera protagonista della giornata di Bellagio è stata la pioggia che non ha lasciato un attimo di tregua agli oltre 200 atleti che erano accorsi per il triathlon olimpico. Scrosci di pioggia anche forti  e temperature autunnali hanno fatto da cornice alla manifestazione che ha toccato luoghi storici per il ciclismo come la Madonna del Ghisallo , la zona di arrivo e T2 posizionate proprio di fronte allo storico museo del ciclismo.

In campo maschile la frazione di nuoto vede protagonista assoluto il giovane (classe 1996) argentino dei Los Tigres Matias Montenegro, che dopo aver controllato per i primi 400m , “apre il gas” e si presenta in T1 solitario con circa 40″ di vantaggio sui suoi compagni di squadra e connazionali Gaston Montenegro e Tito Canals. La frazione in bici caratterizzata da strade viscide e temperature basse (9° allo scollinamento) rivoluziona la classifica, Tito Canals cade dopo 2 km circa, all’inizio della salita Gaston Montenegro raggiunge suo fratello (che cadrà poi in discesa) mentre da dietro risale prepotentemente Federico  Incardona (NLF ) che prende la testa della gara a metà salita e scarica Montenegro dopo pochi chilometri. Guadagnano posizioni anche Senor (Cus Torino) e Annovazzi (Peperoncino), mentre dietro si forma un gruppettino di inseguitori.

In T2 Incardona arriva con circa 2′ su Gaston Montenegro, che parte subito a buon ritmo per l’ultima frazione caratterizzata da un percorso stile “cross country”. Al traguardo Incardona riesce a mantenere la prima posizione cedendo qualche secondo si Montenegro , mentre per il terzo posto Senor ha la meglio sulla concorrenza grazie ad un ottimo parziale nella frazione podistica. Montenegro dopo non essere stato fatto a partire a Milano insieme ai suoi connazionali festeggia insieme al fratello l’ultima gara come extracomunitario visto che a metà di questa settimana riceverà la cittadinanza italiana.

In campo femminile la prima ad emergere dalle acque è stata Silvia Gallina (Los Tigres) con un discreto vantaggio sulle inseguitrici, ma come per gli uomini la frazione ciclistica rivoluziona la classifica con la svizzera del’ SBR3 di Grosseto Carola Balestra Fiori che prende decisamente la testa, mentre dietro di lei risale sino al secondo posto un’altra ottima ciclista come Claudia Bordiga (Peperoncino). Nella frazione finale la Balestra controlla e taglia il traguardo davanti a Bordiga, mentre per il bronzo ha la meglio Stefania Pozzoli (Ironlario) che chiude a meno di un minuto dalla Bordiga.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Nell’inferno di Bellagio Incardona e Balestra Fiori su tutti

4th agosto, 2014
0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Nell'inferno di Bellagio Incardona e Balestra Fiori su tutti

La vera protagonista della giornata di Bellagio è stata la pioggia che non ha lasciato un attimo di tregua agli oltre 200 atleti che erano accorsi per il triathlon olimpico. Scrosci di pioggia anche forti  e temperature autunnali hanno fatto da cornice alla manifestazione che ha toccato luoghi storici per il ciclismo come la Madonna del Ghisallo , la zona di arrivo e T2 posizionate proprio di fronte allo storico museo del ciclismo.

In campo maschile la frazione di nuoto vede protagonista assoluto il giovane (classe 1996) argentino dei Los Tigres Matias Montenegro, che dopo aver controllato per i primi 400m , “apre il gas” e si presenta in T1 solitario con circa 40″ di vantaggio sui suoi compagni di squadra e connazionali Gaston Montenegro e Tito Canals. La frazione in bici caratterizzata da strade viscide e temperature basse (9° allo scollinamento) rivoluziona la classifica, Tito Canals cade dopo 2 km circa, all’inizio della salita Gaston Montenegro raggiunge suo fratello (che cadrà poi in discesa) mentre da dietro risale prepotentemente Federico  Incardona (NLF ) che prende la testa della gara a metà salita e scarica Montenegro dopo pochi chilometri. Guadagnano posizioni anche Senor (Cus Torino) e Annovazzi (Peperoncino), mentre dietro si forma un gruppettino di inseguitori.

In T2 Incardona arriva con circa 2′ su Gaston Montenegro, che parte subito a buon ritmo per l’ultima frazione caratterizzata da un percorso stile “cross country”. Al traguardo Incardona riesce a mantenere la prima posizione cedendo qualche secondo si Montenegro , mentre per il terzo posto Senor ha la meglio sulla concorrenza grazie ad un ottimo parziale nella frazione podistica. Montenegro dopo non essere stato fatto a partire a Milano insieme ai suoi connazionali festeggia insieme al fratello l’ultima gara come extracomunitario visto che a metà di questa settimana riceverà la cittadinanza italiana.

In campo femminile la prima ad emergere dalle acque è stata Silvia Gallina (Los Tigres) con un discreto vantaggio sulle inseguitrici, ma come per gli uomini la frazione ciclistica rivoluziona la classifica con la svizzera del’ SBR3 di Grosseto Carola Balestra Fiori che prende decisamente la testa, mentre dietro di lei risale sino al secondo posto un’altra ottima ciclista come Claudia Bordiga (Peperoncino). Nella frazione finale la Balestra controlla e taglia il traguardo davanti a Bordiga, mentre per il bronzo ha la meglio Stefania Pozzoli (Ironlario) che chiude a meno di un minuto dalla Bordiga.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
By
@novellimarco
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
backtotop