Mute Triathlon

Molinari e Casadei: l’Italia del lungo protagonista.

92 Flares Filament.io 92 Flares ×

Molinari arrivo

Fine settimana ricco di appuntamenti per gli amanti delle lunghe distanze con diversi azzurri al via delle gara marchiate Challenge e WTC.

A Budapest nel 70.3 il mestrino Alberto Casadei era alla ricerca degli ultimi punti per la sua rincorsa alla qualificazione a Kona 2015. Purtroppo per Alberto il neozelandese Terenzo Bozzone non ha fatto regali a nessuno , piazzando la zampata decisiva sulle due ruote e scavando un solco incolmabile con i suoi inseguitori. Nella frazione finale è bravo Casadei a conquistare il secondo posto assoluto recuperando qualche secondo al leader, ma purtroppo la sua rincorsa alla qualificazione a Kona 2015 sembra non essere andata a buon fine, essendo arrivato a pari punti con un altro concorrente all’ultimo posto disponibile per poter correre il mondiale, ma nel calcolo del miglior risultato della stagione il mestrino deve cedere il passo. Per lui potrebbe esserci una piccola speranza di ripescaggio essendo il primo degli esclusi. In gara anche un altro pro azzurro, Matteo Fontana , che dopo una bici  di ottimo livello (secondo parziale assoluto )che lo ha fatto entrare in T2 in 5° posizione assoluta, ha ceduto nella mezza maratona finale chiudendo in 9° posizione assoluta davanti al primo A.g. (autore tra l’altro del miglior parziale assoluto nella frazione di nuoto).

Scenario diverso nel Challenge Walchsee, dove era preannunciata la sfida già vissuta a Rimini tra il campione europeo Ospaly e l’allora campione in carica Giulio Molinari. Il carabiniere novarese però mette subito le cose in chiaro appena salito in bici, facendo registrare il solito show sulle due ruote  e rifilando 7 minuti circa ai più diretti inseguitori. Ospaly alza bandiera bianca e per il giovane novarese si tratta solo di controllare il ritorno di Giglmayr che chiude comunque a quasi 5 minuti dall’azzurro.

92 Flares Twitter 0 Facebook 90 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 92 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Molinari e Casadei: l’Italia del lungo protagonista.

28th agosto, 2015
92 Flares Filament.io 92 Flares ×

Molinari arrivo

Fine settimana ricco di appuntamenti per gli amanti delle lunghe distanze con diversi azzurri al via delle gara marchiate Challenge e WTC.

A Budapest nel 70.3 il mestrino Alberto Casadei era alla ricerca degli ultimi punti per la sua rincorsa alla qualificazione a Kona 2015. Purtroppo per Alberto il neozelandese Terenzo Bozzone non ha fatto regali a nessuno , piazzando la zampata decisiva sulle due ruote e scavando un solco incolmabile con i suoi inseguitori. Nella frazione finale è bravo Casadei a conquistare il secondo posto assoluto recuperando qualche secondo al leader, ma purtroppo la sua rincorsa alla qualificazione a Kona 2015 sembra non essere andata a buon fine, essendo arrivato a pari punti con un altro concorrente all’ultimo posto disponibile per poter correre il mondiale, ma nel calcolo del miglior risultato della stagione il mestrino deve cedere il passo. Per lui potrebbe esserci una piccola speranza di ripescaggio essendo il primo degli esclusi. In gara anche un altro pro azzurro, Matteo Fontana , che dopo una bici  di ottimo livello (secondo parziale assoluto )che lo ha fatto entrare in T2 in 5° posizione assoluta, ha ceduto nella mezza maratona finale chiudendo in 9° posizione assoluta davanti al primo A.g. (autore tra l’altro del miglior parziale assoluto nella frazione di nuoto).

Scenario diverso nel Challenge Walchsee, dove era preannunciata la sfida già vissuta a Rimini tra il campione europeo Ospaly e l’allora campione in carica Giulio Molinari. Il carabiniere novarese però mette subito le cose in chiaro appena salito in bici, facendo registrare il solito show sulle due ruote  e rifilando 7 minuti circa ai più diretti inseguitori. Ospaly alza bandiera bianca e per il giovane novarese si tratta solo di controllare il ritorno di Giglmayr che chiude comunque a quasi 5 minuti dall’azzurro.

92 Flares Twitter 0 Facebook 90 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 92 Flares ×
By
@novellimarco
92 Flares Twitter 0 Facebook 90 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 92 Flares ×
backtotop