Mute Triathlon

Mergozzo: ennesima farsa “no draft”

3 Flares Filament.io 3 Flares ×

Mergozzo scie

Oramai parlare di “furbetti” in gare no draft è come sparare sulla Croce Rossa. Ne abbiamo ampiamente parlato all’indomani dei campionati italiani di duathlon e triathlon  A.g. no draft di Rivergaro e di Iseo, se ne parla ogni Lunedì dopo week end che propone una gara senza scia.

A Mergozzo anche quest’anno nella frazione bike si è assistito al festival delle scie, grupponi che hanno scorrazzato sul percorso e che hanno creato le solite lamentele nel dopo gara da parte degli atleti . Particolarmente accesa la discussione su Facebook dopo la pubblicazione di un video e di alcune foto che ritraggono chiaramente la situazione di totale non rispetto della regola della scia. Naturalmente gli atleti “pizzicati” spesso si giustificano con un laconico “non si poteva fare diversamente”.

A Mergozzo i giudici hanno fatto del loro meglio, il penalty box era affollato , ma c’è da chiedersi come è possibile che in tutte le gare in cui si sono registrate situazioni vergognose, NON ci sia stato UN SOLO ATLETA SQUALIFICATO PER SCIA. Sicuramente le pene per i furbetti devono essere inasprite, fare scia comporta un notevole vantaggio non solo nella frazione ciclistica, ma permette agli atleti di poter poi correre in condizioni di vantaggio e di maggiore freschezza rispetto a chi ha pedalata “faccia al vento” per tutta la gara.

La colpa  di questa situazione è quasi totalmente degli atleti, che approfittano di ogni occasione per poter infrangere i regolamenti , una piccolissima parte lo fa per la mancata conoscenza del regolamento , ma la stragrande maggioranza non ha scuse ! Uniamoci anche il fatto che le strade sono quasi sempre non chiuse al traffico, carreggiate non idonee a ospitare diversi atleti e percorsi “critici”,  ed ecco che si creano le condizioni ideali per assistere alla formazione dei soliti vergognosi grupponi nelle gare no draft.

Per la cronaca a Mergozzo hanno vinto Massimo Cigana (Eroi del Piave) al suo 5° successo in questa gara, davanti a Massimiliano Sansone (tfitnesstrievolution) e Marco Garavaglia (Autonosate), mentre tra le donne Martina Dogana (Forhans) sulla Klingler e su Emma Yvonne Aude Kienzler (Oxygen).

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Mergozzo: ennesima farsa “no draft”

9th settembre, 2015
3 Flares Filament.io 3 Flares ×

Mergozzo scie

Oramai parlare di “furbetti” in gare no draft è come sparare sulla Croce Rossa. Ne abbiamo ampiamente parlato all’indomani dei campionati italiani di duathlon e triathlon  A.g. no draft di Rivergaro e di Iseo, se ne parla ogni Lunedì dopo week end che propone una gara senza scia.

A Mergozzo anche quest’anno nella frazione bike si è assistito al festival delle scie, grupponi che hanno scorrazzato sul percorso e che hanno creato le solite lamentele nel dopo gara da parte degli atleti . Particolarmente accesa la discussione su Facebook dopo la pubblicazione di un video e di alcune foto che ritraggono chiaramente la situazione di totale non rispetto della regola della scia. Naturalmente gli atleti “pizzicati” spesso si giustificano con un laconico “non si poteva fare diversamente”.

A Mergozzo i giudici hanno fatto del loro meglio, il penalty box era affollato , ma c’è da chiedersi come è possibile che in tutte le gare in cui si sono registrate situazioni vergognose, NON ci sia stato UN SOLO ATLETA SQUALIFICATO PER SCIA. Sicuramente le pene per i furbetti devono essere inasprite, fare scia comporta un notevole vantaggio non solo nella frazione ciclistica, ma permette agli atleti di poter poi correre in condizioni di vantaggio e di maggiore freschezza rispetto a chi ha pedalata “faccia al vento” per tutta la gara.

La colpa  di questa situazione è quasi totalmente degli atleti, che approfittano di ogni occasione per poter infrangere i regolamenti , una piccolissima parte lo fa per la mancata conoscenza del regolamento , ma la stragrande maggioranza non ha scuse ! Uniamoci anche il fatto che le strade sono quasi sempre non chiuse al traffico, carreggiate non idonee a ospitare diversi atleti e percorsi “critici”,  ed ecco che si creano le condizioni ideali per assistere alla formazione dei soliti vergognosi grupponi nelle gare no draft.

Per la cronaca a Mergozzo hanno vinto Massimo Cigana (Eroi del Piave) al suo 5° successo in questa gara, davanti a Massimiliano Sansone (tfitnesstrievolution) e Marco Garavaglia (Autonosate), mentre tra le donne Martina Dogana (Forhans) sulla Klingler e su Emma Yvonne Aude Kienzler (Oxygen).

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×
By
@novellimarco
3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×
backtotop