Mute Triathlon

L’ultima tappa della World Cup non sorride agli azzurri

15 Flares Filament.io 15 Flares ×

podio Corea

Si è chiusa oggi la stagione della world cup 2015 con la tappa coreana di Tongyeong.

In campo femminile la gara è vissuta su una fuga in bici a 12 orchestrata dalla Norden, che ha visto il gruppo di testa entrare in T2 con un vantaggio di circa 2 minuti sulle più dirette inseguitrici. Negli ultimi impegnativi 10 km conquista la vittoria la giapponese Sato che ha la meglio della elvetica Annen e della giapponese Takahashi. In gara una sola azzurra, Charlotte Bonin che esce dall’acqua già attardata e continua a perdere terreno anche nelle successive due frazioni chiudendo desolatamente al 30° posto ad oltre 6′ dalla giapponese. Purtroppo l’azzurra è andata oltre il “cut off” , per cui nessun punto portato a casa. Si chiude quindi nel peggiore dei modi la stagione disastrosa della valdostana.

Nella gara maschile invece si presenta in T2 un gruppo di oltre 50 atleti con Facchinetti, Secchiero e Barnaby, ma nei 10 km finali è l’inglese Sharp a portare a casa il gradino più altro del podio, precedendo lo spagnolo Castro Fajardo e l’ “eterno” australiano Atkinson. Lontani gli azzurri con Facchinetti 24° che conquista comunque qualche punto per il rank mondiale , Secchiero 29° e Barnaby 34° . Uccellari si è dovuto ritirare dopo un contatto in bici appena uscito dalla T1.

15 Flares Twitter 0 Facebook 15 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 15 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

L’ultima tappa della World Cup non sorride agli azzurri

24th ottobre, 2015
15 Flares Filament.io 15 Flares ×

podio Corea

Si è chiusa oggi la stagione della world cup 2015 con la tappa coreana di Tongyeong.

In campo femminile la gara è vissuta su una fuga in bici a 12 orchestrata dalla Norden, che ha visto il gruppo di testa entrare in T2 con un vantaggio di circa 2 minuti sulle più dirette inseguitrici. Negli ultimi impegnativi 10 km conquista la vittoria la giapponese Sato che ha la meglio della elvetica Annen e della giapponese Takahashi. In gara una sola azzurra, Charlotte Bonin che esce dall’acqua già attardata e continua a perdere terreno anche nelle successive due frazioni chiudendo desolatamente al 30° posto ad oltre 6′ dalla giapponese. Purtroppo l’azzurra è andata oltre il “cut off” , per cui nessun punto portato a casa. Si chiude quindi nel peggiore dei modi la stagione disastrosa della valdostana.

Nella gara maschile invece si presenta in T2 un gruppo di oltre 50 atleti con Facchinetti, Secchiero e Barnaby, ma nei 10 km finali è l’inglese Sharp a portare a casa il gradino più altro del podio, precedendo lo spagnolo Castro Fajardo e l’ “eterno” australiano Atkinson. Lontani gli azzurri con Facchinetti 24° che conquista comunque qualche punto per il rank mondiale , Secchiero 29° e Barnaby 34° . Uccellari si è dovuto ritirare dopo un contatto in bici appena uscito dalla T1.

15 Flares Twitter 0 Facebook 15 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 15 Flares ×
By
@novellimarco
15 Flares Twitter 0 Facebook 15 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 15 Flares ×
backtotop