Mute Triathlon

La relazione del Dt Miglio: e i giochi europei 2015?

65 Flares Filament.io 65 Flares ×

dubbio

Sul sito Fitri è apparso un articolo in cui il DT azzurro Mario Miglio stila un resoconto sull’ attività internazionale dei nostri elite riguardo la stagione appena conclusa e parla degli obiettivi la prossima.    ( ARTICOLO SITO FITRI ) Viene analizzata la stagione in WTS evidenziando come sia Fabian tra gli uomini che Mazzetti, Betto e Bonin tra le donne rientrino nel ristretto ( anche se tra gli uomini parliamo di 18 atleti mentre tra le donne 19) numero di atleti ad aver conquistato una top 10 durante la stagione. Va comunque ricordato che a fine 2014 abbiamo comunque solo la Betto nell top 10 della WTS , tra l’altro la stessa atleta risulta poi come  peggiore azzurra nel rank considerato valido per la simulazione olimpica.

Sempre riguardo alla stagione WTS 2014 in campo maschile ci sono 8 atleti che hanno almeno 4 top 10 nel 2014, tra l’altro 7 di loro Mola (8 top 10), Gomez (7) , Brownlee J. (7), Pereira (6), Brownlee A. (5), Luis (5) , Polyansky (4) sono europei quindi anche a livello continentale siamo comunque dietro a tutte le potenze come Spagna, Gran Bretagna, Francia, oltre che Russia e Portogallo. In campo femminile va un po’ meglio se analizziamo il contesto europeo, infatti nella stagione 2014 hanno conquistato almeno 4 top 10 la Jorgensen (6), Groff (5), Hewitt (5), Jenkins (4), Stimpson (4) e Sweetland (4), quindi di fatto a parte la solita Gran Bretagna si tratta di atlete  di nazioni “extracomunitarie”. Si può comunque notare come ci manchi la continuità, i bigs sono praticamente abituè della parte alta delle classifiche WTC, mentre per quanto ci riguarda dobbiamo quasi considerarli exploit. Ci salviamo con il titolo continentale a squadre ( a dover di cronaca va evidenziato come sia stato orfano di  praticamente tutti gli atleti big ) e con la simulazione olimpica che ad oggi vede 3 azzurri e 3 azzurre qualificate per Rio 2016. Anche questo dato però va analizzato, infatti in campo maschile altre 7 nazioni hanno raggiunto il “sold out” in termini di slot per Rio, la Francia addirittura ha 7 atleti tra i PO (nelle posizioni utili per l’assegnazione della slot olimpica), mentre Spagna, Gran Bretagna e USA 5, l’Australia ne hanno  4. Tra le nazioni con 3 possibili qualificati, la Russia è messa leggermente meglio di noi con il 3° atleta al 27° posto mondiale, mentre il nostro 3° (Facchinetti) si trova in 44° posizione, il terzo atleta messicano si trova invece in 60° posizione.Tra le donne invece sono 9 le nazioni con 3 atlete attualmente qualificate, davanti a tutti gli USA con ben 6 ( la “peggiore” delle 3 al 16° posto mondiale), Giappone (5 atlete con la 3° al 19° posto), poi Gran Bretagna (4 atlete , la 3° al 29° posto), Germania (4 atlete , la 3° al 45° posto), Nuova Zelanda ( 4 atlete con la 3° al 55° posto). L’Italia è la “migliore” delle nazioni con 3 atlete, con la peggiore (Betto) al 23° posto del rank mondiale, mentre la 3° atleta australiana si trova al 36° posto, quella canadese al 40° e la messicana al 41°.

Sono stati evidenziati anche i due argenti nelle gare di coppa del mondo turca e messicana rispettivamente di Fabian e Uccellari, un minimo tributo per il giovane modenese dopo che quello di Fabian era stato definito storico in un recente incontro con il Presidente del Coni (VEDI ARTICOLO FITRI ) quando già nel 2012 era stato conquistato dallo stesso Uccellari un altro 2° posto in una World Cup in Giappone, mentre già nel 2003 sia Cortassa che Lanza avevano fatto altrettanto.

Arrivando ai programmi della prossima stagione, va evidenziato come anche in questo caso, come in tutte le programmazioni dell’area tecnica, non si sia fatto alcun accenno agli European Games di Baku, se non citati cripticamente a fine articolo sotto la voce ULTERIORI EVENTI. La manifestazione che si terrà il 13-14 Giugno 2015 è una sorta di “Olimpiade europea” e assegnerà alla nazione dei vincitori  della gara maschile e femminile la qualificazione diretta di un suo rappresentate per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Un evento così , soprattutto per le nostre donne potrebbe essere perfetto per centrare la qualifica olimpica con un anno di anticipo. Può sembrare strano che la nostra Federazione non l’abbia mai nemmeno citato tra gli eventi importanti per i nostri atleti, sembrerebbe quasi che non fossero a conoscenza della valenza di questa importante manifestazione. Analizzando i criteri di qualificazione ( CRITERI QUALIFICAZIONE ) si può notare come  avvenga principalmente attraverso il rank europeo e la nostra nazione ha qualificato 3 uomini e 3 donne. AnnaMaria Mazzetti si è qualificata direttamente per via della top 5 al campionato europeo 2015, ma chi sarebbero i 3 uomini e le altre 2 donne italiane in base al rank europeo meglio piazzati e che hanno permesso all’Italia di conquistare le 6 slot? In campo maschile il migliore azzurro è Giulio Molinari, poi Massimo De Ponti eDaniel  Hofer, mentre in campo femminile sarebbero Margie Santimaria (la miglior azzurra nel rank europeo) e Gaia Peron che però cambiando nazione libererà un posto, quindi la prima azzurra dopo di lei è Veronica Signorini. La qualificazione , come nel caso di quella olimpica , non è nominale, ma gli atleti che hanno di fatto permesso di guadagnare le slots (Mazzetti a parte) hanno gareggiato a spese proprie, oltre ad essersi pagati raduni ecc, quindi sarà molto interessante vedere come verranno trattati in sede di convocazione per questo evento. Sappiamo di certo che con i diretti interessati non c’è alcun accordo e che l’area tecnica non ha mai accennato nulla riguardo a questa manifestazione .

65 Flares Twitter 5 Facebook 57 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 65 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

La relazione del Dt Miglio: e i giochi europei 2015?

18th dicembre, 2014
65 Flares Filament.io 65 Flares ×

dubbio

Sul sito Fitri è apparso un articolo in cui il DT azzurro Mario Miglio stila un resoconto sull’ attività internazionale dei nostri elite riguardo la stagione appena conclusa e parla degli obiettivi la prossima.    ( ARTICOLO SITO FITRI ) Viene analizzata la stagione in WTS evidenziando come sia Fabian tra gli uomini che Mazzetti, Betto e Bonin tra le donne rientrino nel ristretto ( anche se tra gli uomini parliamo di 18 atleti mentre tra le donne 19) numero di atleti ad aver conquistato una top 10 durante la stagione. Va comunque ricordato che a fine 2014 abbiamo comunque solo la Betto nell top 10 della WTS , tra l’altro la stessa atleta risulta poi come  peggiore azzurra nel rank considerato valido per la simulazione olimpica.

Sempre riguardo alla stagione WTS 2014 in campo maschile ci sono 8 atleti che hanno almeno 4 top 10 nel 2014, tra l’altro 7 di loro Mola (8 top 10), Gomez (7) , Brownlee J. (7), Pereira (6), Brownlee A. (5), Luis (5) , Polyansky (4) sono europei quindi anche a livello continentale siamo comunque dietro a tutte le potenze come Spagna, Gran Bretagna, Francia, oltre che Russia e Portogallo. In campo femminile va un po’ meglio se analizziamo il contesto europeo, infatti nella stagione 2014 hanno conquistato almeno 4 top 10 la Jorgensen (6), Groff (5), Hewitt (5), Jenkins (4), Stimpson (4) e Sweetland (4), quindi di fatto a parte la solita Gran Bretagna si tratta di atlete  di nazioni “extracomunitarie”. Si può comunque notare come ci manchi la continuità, i bigs sono praticamente abituè della parte alta delle classifiche WTC, mentre per quanto ci riguarda dobbiamo quasi considerarli exploit. Ci salviamo con il titolo continentale a squadre ( a dover di cronaca va evidenziato come sia stato orfano di  praticamente tutti gli atleti big ) e con la simulazione olimpica che ad oggi vede 3 azzurri e 3 azzurre qualificate per Rio 2016. Anche questo dato però va analizzato, infatti in campo maschile altre 7 nazioni hanno raggiunto il “sold out” in termini di slot per Rio, la Francia addirittura ha 7 atleti tra i PO (nelle posizioni utili per l’assegnazione della slot olimpica), mentre Spagna, Gran Bretagna e USA 5, l’Australia ne hanno  4. Tra le nazioni con 3 possibili qualificati, la Russia è messa leggermente meglio di noi con il 3° atleta al 27° posto mondiale, mentre il nostro 3° (Facchinetti) si trova in 44° posizione, il terzo atleta messicano si trova invece in 60° posizione.Tra le donne invece sono 9 le nazioni con 3 atlete attualmente qualificate, davanti a tutti gli USA con ben 6 ( la “peggiore” delle 3 al 16° posto mondiale), Giappone (5 atlete con la 3° al 19° posto), poi Gran Bretagna (4 atlete , la 3° al 29° posto), Germania (4 atlete , la 3° al 45° posto), Nuova Zelanda ( 4 atlete con la 3° al 55° posto). L’Italia è la “migliore” delle nazioni con 3 atlete, con la peggiore (Betto) al 23° posto del rank mondiale, mentre la 3° atleta australiana si trova al 36° posto, quella canadese al 40° e la messicana al 41°.

Sono stati evidenziati anche i due argenti nelle gare di coppa del mondo turca e messicana rispettivamente di Fabian e Uccellari, un minimo tributo per il giovane modenese dopo che quello di Fabian era stato definito storico in un recente incontro con il Presidente del Coni (VEDI ARTICOLO FITRI ) quando già nel 2012 era stato conquistato dallo stesso Uccellari un altro 2° posto in una World Cup in Giappone, mentre già nel 2003 sia Cortassa che Lanza avevano fatto altrettanto.

Arrivando ai programmi della prossima stagione, va evidenziato come anche in questo caso, come in tutte le programmazioni dell’area tecnica, non si sia fatto alcun accenno agli European Games di Baku, se non citati cripticamente a fine articolo sotto la voce ULTERIORI EVENTI. La manifestazione che si terrà il 13-14 Giugno 2015 è una sorta di “Olimpiade europea” e assegnerà alla nazione dei vincitori  della gara maschile e femminile la qualificazione diretta di un suo rappresentate per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Un evento così , soprattutto per le nostre donne potrebbe essere perfetto per centrare la qualifica olimpica con un anno di anticipo. Può sembrare strano che la nostra Federazione non l’abbia mai nemmeno citato tra gli eventi importanti per i nostri atleti, sembrerebbe quasi che non fossero a conoscenza della valenza di questa importante manifestazione. Analizzando i criteri di qualificazione ( CRITERI QUALIFICAZIONE ) si può notare come  avvenga principalmente attraverso il rank europeo e la nostra nazione ha qualificato 3 uomini e 3 donne. AnnaMaria Mazzetti si è qualificata direttamente per via della top 5 al campionato europeo 2015, ma chi sarebbero i 3 uomini e le altre 2 donne italiane in base al rank europeo meglio piazzati e che hanno permesso all’Italia di conquistare le 6 slot? In campo maschile il migliore azzurro è Giulio Molinari, poi Massimo De Ponti eDaniel  Hofer, mentre in campo femminile sarebbero Margie Santimaria (la miglior azzurra nel rank europeo) e Gaia Peron che però cambiando nazione libererà un posto, quindi la prima azzurra dopo di lei è Veronica Signorini. La qualificazione , come nel caso di quella olimpica , non è nominale, ma gli atleti che hanno di fatto permesso di guadagnare le slots (Mazzetti a parte) hanno gareggiato a spese proprie, oltre ad essersi pagati raduni ecc, quindi sarà molto interessante vedere come verranno trattati in sede di convocazione per questo evento. Sappiamo di certo che con i diretti interessati non c’è alcun accordo e che l’area tecnica non ha mai accennato nulla riguardo a questa manifestazione .

65 Flares Twitter 5 Facebook 57 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 65 Flares ×
By
@novellimarco
65 Flares Twitter 5 Facebook 57 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 65 Flares ×
backtotop