Mute Triathlon

La gara che non puoi non fare.

99 Flares Filament.io 99 Flares ×

La Paz triatlon

Ci sono delle gare che si ricordano per sempre, gara in posti stupendi, organizzazioni impeccabili. Ci sono poi gare che non si svolgono in posti esotici o metropoli, dove  non c’è un’organizzazione come nella WTC o WTS ma che basta correrla una volta o anche solo guardarla dal vivo che ti rimane indelebile nella memoria.

A La Paz, nella regione a nord dell’Argentina dell’Entre Rios si corre da più di 30 anni una gara che a detta di praticamente tutti gli atleti che l’hanno corsa è la più bella del Sud America. A detta di campioni del calibro di Oscar Galindez in nessuna parte del mondo si trova un pubblico così caloroso e una città che vive 365 giorni l’anno per il triathlon. La gara da diversi anni è anche internazionale, si sono assegnati titoli sud americani e punti Itu per la rincorsa olimpica, diversi nomi  di spicco del triathlon hanno preso parte a questa manifestazione, da Galindez (il più vincente a La Paz), al cileno Bustos (che proprio a La Paz aveva rischiato la vita investito in gara da una auto con i fotografi) e alla sua compatriota Riveros, sino ad arrivare al nostro Fabian , vincitore di due edizioni, senza dimenticare Daniel Fontana che da argentino ha vinto questa gara in diverse occasioni.

Dal 2003 grazie a Diego Macias diversi italiani hanno preso parte a questa gara, Marco Novelli il primo a gareggiare nella gara Elite , poi Silvia Gemignani (vincitrice di Aquathlon e gara Itu), Giuseppe Ferraro (strepitosa la sua rimonta finale che gli ha permesso di entrare nella storia della gara argentina come primo azzurro uomo a vincerla), Alessandro Fabian (due vittorie consecutive in altrettante partecipazioni), Charlotte Bonin (anche lei vincitrice) , AnnaMaria Mazzetti, Gaia Peron, Carla Stampfli, Jonathan Ciavatella, Giulio Molinari tra gli elite e Marco Novelli ( 5 partecipazioni), Giuseppe Leto, Vincenzo Capone e Marcello Zumbo tra gli age group. Le gare iniziano 8 giorni prima di quella Elite, con il Fast Triathlon La Paz memorial Diego Macias, organizzata dalla Fundacion Diego Macias che ha sede proprio a La Paz, il giorno successivo la tradizionale gara di nuoto in acque libere “da faro a faro”. La settimana della gara è caratterizzata dalla trasmissione radio Locos por el tria, condotta da Conrado Beron dove si parla di triathlon, ore e ore in diretta con ospiti, interviste e anche un gingle creato di anno in anno appositamente per la gara.Il venerdì successivo si parte con le gare giovanili, il sabato campionati giovani , sprint , sprint Mtb, e la grandissima festa dell’Olimpico Age Group con tutta la città di La Paz che si riversa in strada per incitare i concorrenti. Sabato sera premiazioni in grande stile al Porto di La Paz per tutte le categorie (premiati i primi 5 di ogni categoria con trofeo) , fuochi artificiali e poi in discoteca per la festa degli Age Group.  La domenica le gare clou, la mattina la gara Itu donne, mentre il pomeriggio tocca agli uomini con la zona del Porto che “explota” come dice lo speaker Pablo Farias, un animatore impressionante !

Solo chi ha vissuto questa gara può capire perchè non ha eguali in nessuna parte del mondo, un’atmosfera incredibile che fa sentire gli atleti davvero al centro della manifestazione. Ecco un video  che raccoglie le testimonianze degli atleti della nazionale argentina , tra cui alcuni noti in Italia come Tellechea, Taccone, Farias, Biagioli , oltre che Galindez. Godetevi questo video con alcune immagini della gara .

VIDEO      PAGINA FACEBOOK CON FOTO

99 Flares Twitter 0 Facebook 96 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 99 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

La gara che non puoi non fare.

7th dicembre, 2014
99 Flares Filament.io 99 Flares ×

La Paz triatlon

Ci sono delle gare che si ricordano per sempre, gara in posti stupendi, organizzazioni impeccabili. Ci sono poi gare che non si svolgono in posti esotici o metropoli, dove  non c’è un’organizzazione come nella WTC o WTS ma che basta correrla una volta o anche solo guardarla dal vivo che ti rimane indelebile nella memoria.

A La Paz, nella regione a nord dell’Argentina dell’Entre Rios si corre da più di 30 anni una gara che a detta di praticamente tutti gli atleti che l’hanno corsa è la più bella del Sud America. A detta di campioni del calibro di Oscar Galindez in nessuna parte del mondo si trova un pubblico così caloroso e una città che vive 365 giorni l’anno per il triathlon. La gara da diversi anni è anche internazionale, si sono assegnati titoli sud americani e punti Itu per la rincorsa olimpica, diversi nomi  di spicco del triathlon hanno preso parte a questa manifestazione, da Galindez (il più vincente a La Paz), al cileno Bustos (che proprio a La Paz aveva rischiato la vita investito in gara da una auto con i fotografi) e alla sua compatriota Riveros, sino ad arrivare al nostro Fabian , vincitore di due edizioni, senza dimenticare Daniel Fontana che da argentino ha vinto questa gara in diverse occasioni.

Dal 2003 grazie a Diego Macias diversi italiani hanno preso parte a questa gara, Marco Novelli il primo a gareggiare nella gara Elite , poi Silvia Gemignani (vincitrice di Aquathlon e gara Itu), Giuseppe Ferraro (strepitosa la sua rimonta finale che gli ha permesso di entrare nella storia della gara argentina come primo azzurro uomo a vincerla), Alessandro Fabian (due vittorie consecutive in altrettante partecipazioni), Charlotte Bonin (anche lei vincitrice) , AnnaMaria Mazzetti, Gaia Peron, Carla Stampfli, Jonathan Ciavatella, Giulio Molinari tra gli elite e Marco Novelli ( 5 partecipazioni), Giuseppe Leto, Vincenzo Capone e Marcello Zumbo tra gli age group. Le gare iniziano 8 giorni prima di quella Elite, con il Fast Triathlon La Paz memorial Diego Macias, organizzata dalla Fundacion Diego Macias che ha sede proprio a La Paz, il giorno successivo la tradizionale gara di nuoto in acque libere “da faro a faro”. La settimana della gara è caratterizzata dalla trasmissione radio Locos por el tria, condotta da Conrado Beron dove si parla di triathlon, ore e ore in diretta con ospiti, interviste e anche un gingle creato di anno in anno appositamente per la gara.Il venerdì successivo si parte con le gare giovanili, il sabato campionati giovani , sprint , sprint Mtb, e la grandissima festa dell’Olimpico Age Group con tutta la città di La Paz che si riversa in strada per incitare i concorrenti. Sabato sera premiazioni in grande stile al Porto di La Paz per tutte le categorie (premiati i primi 5 di ogni categoria con trofeo) , fuochi artificiali e poi in discoteca per la festa degli Age Group.  La domenica le gare clou, la mattina la gara Itu donne, mentre il pomeriggio tocca agli uomini con la zona del Porto che “explota” come dice lo speaker Pablo Farias, un animatore impressionante !

Solo chi ha vissuto questa gara può capire perchè non ha eguali in nessuna parte del mondo, un’atmosfera incredibile che fa sentire gli atleti davvero al centro della manifestazione. Ecco un video  che raccoglie le testimonianze degli atleti della nazionale argentina , tra cui alcuni noti in Italia come Tellechea, Taccone, Farias, Biagioli , oltre che Galindez. Godetevi questo video con alcune immagini della gara .

VIDEO      PAGINA FACEBOOK CON FOTO

99 Flares Twitter 0 Facebook 96 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 99 Flares ×
By
@novellimarco
99 Flares Twitter 0 Facebook 96 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 99 Flares ×
backtotop