Mute Triathlon

Il maltempo protagonista agli europei di winter triathlon

64 Flares Filament.io 64 Flares ×

Campionati europei winter

Sembra  una stagione proprio da dimenticare per il winter triathlon quella appena iniziata. In Italia la stagione deve ancora partire e le gare sono quasi sparite, mentre all’estero la situazione non è proprio delle migliori.

Anche i campionati europei che si sono assegnati nell’ultimo week end a Reinosa in Spagna sono stati colpiti dalla sfortuna  sotto forma di maltempo che ha costretto gli organizzatori a dover alzare bandiera bianca per quanto riguarda lo svolgimento della gara sulla formula classica corsa-mtb-sci di fondo e dover ripiegare in un pericolosissimo duathlon  ! Sul paesino spagnolo si è infatti abbattuta una tremenda nevicata che ha reso impossibile lo svolgimento della frazione finale , per cui si è corso nel formato corsa-bici-corsa permettendo anche ‘uso delle bici da strada. Inutile dire in che condizioni di estrema pericolosità hanno dovuto gareggiare gli atleti e come la modifica del format di gara abbia favorito i duatleti.

In campo elite tripletta russa tra gli uomini con Andreev che ha preceduto  di soli 2″ Kirillow e  più staccato Bregeda, anche fra le donne Russia sul gradino più alto del podio con Parfinenko che ha avuto la meglio della ceca Grabmullerova e della padrona di casa Caceres. Per i colori azzurri diverse cadute e gara non da protagonisti come sarebbe stato nel caso di gara normale, il migliore tra gli uomini è stato “Pippo” Lamastra  che ha chiuso 8°, mentre Antonioli chiude 22° e Stauder 30° (8° negli U23). Negli Junior non va molto  meglio con Liporace 7° e Truc 11°.

Singolare la gara Age Group che ha visto al via solo atleti spagnoli con l’eccezione di 1 atleta russa e 3 tedeschi. Nessun azzurro tra gli A.g. in classifica. Ecco il commento del CT Bethaz:

Gli europei sono terminati da poco.. Purtroppo nessuna medaglia.. A causa delle pessime condizioni atmosferiche il winter si è trasformato in duathlon sprint…freddo, pioggia mista a neve e vento fortissimo che faceva cadere transenne e striscioni hanno condizionato la gara…hanno dovuto eliminare lo sci e ridurre la bici perché si scivolava e si faceva fatica a stare in piedi..Parecchi atleti sono caduti e anche alcuni dei nostri si sono fatti dei bei scivoloni.. È diventata una gara che ha favorito i corridori e i duathleti puri e i nostri che sono principalmente dei fondisti e dei biker sono stati svantaggiati da questo format.. Peccato! Un plauso va fatto loro ugualmente perché in condizioni simili sono stati veramente ammirevoli..

CLASSIFICHE

64 Flares Twitter 0 Facebook 63 Pin It Share 0 Google+ 1 Filament.io 64 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Il maltempo protagonista agli europei di winter triathlon

2nd febbraio, 2015
64 Flares Filament.io 64 Flares ×

Campionati europei winter

Sembra  una stagione proprio da dimenticare per il winter triathlon quella appena iniziata. In Italia la stagione deve ancora partire e le gare sono quasi sparite, mentre all’estero la situazione non è proprio delle migliori.

Anche i campionati europei che si sono assegnati nell’ultimo week end a Reinosa in Spagna sono stati colpiti dalla sfortuna  sotto forma di maltempo che ha costretto gli organizzatori a dover alzare bandiera bianca per quanto riguarda lo svolgimento della gara sulla formula classica corsa-mtb-sci di fondo e dover ripiegare in un pericolosissimo duathlon  ! Sul paesino spagnolo si è infatti abbattuta una tremenda nevicata che ha reso impossibile lo svolgimento della frazione finale , per cui si è corso nel formato corsa-bici-corsa permettendo anche ‘uso delle bici da strada. Inutile dire in che condizioni di estrema pericolosità hanno dovuto gareggiare gli atleti e come la modifica del format di gara abbia favorito i duatleti.

In campo elite tripletta russa tra gli uomini con Andreev che ha preceduto  di soli 2″ Kirillow e  più staccato Bregeda, anche fra le donne Russia sul gradino più alto del podio con Parfinenko che ha avuto la meglio della ceca Grabmullerova e della padrona di casa Caceres. Per i colori azzurri diverse cadute e gara non da protagonisti come sarebbe stato nel caso di gara normale, il migliore tra gli uomini è stato “Pippo” Lamastra  che ha chiuso 8°, mentre Antonioli chiude 22° e Stauder 30° (8° negli U23). Negli Junior non va molto  meglio con Liporace 7° e Truc 11°.

Singolare la gara Age Group che ha visto al via solo atleti spagnoli con l’eccezione di 1 atleta russa e 3 tedeschi. Nessun azzurro tra gli A.g. in classifica. Ecco il commento del CT Bethaz:

Gli europei sono terminati da poco.. Purtroppo nessuna medaglia.. A causa delle pessime condizioni atmosferiche il winter si è trasformato in duathlon sprint…freddo, pioggia mista a neve e vento fortissimo che faceva cadere transenne e striscioni hanno condizionato la gara…hanno dovuto eliminare lo sci e ridurre la bici perché si scivolava e si faceva fatica a stare in piedi..Parecchi atleti sono caduti e anche alcuni dei nostri si sono fatti dei bei scivoloni.. È diventata una gara che ha favorito i corridori e i duathleti puri e i nostri che sono principalmente dei fondisti e dei biker sono stati svantaggiati da questo format.. Peccato! Un plauso va fatto loro ugualmente perché in condizioni simili sono stati veramente ammirevoli..

CLASSIFICHE

64 Flares Twitter 0 Facebook 63 Pin It Share 0 Google+ 1 Filament.io 64 Flares ×
By
@novellimarco
64 Flares Twitter 0 Facebook 63 Pin It Share 0 Google+ 1 Filament.io 64 Flares ×
backtotop