Mute Triathlon

Il carabiniere Giulio Molinari cannibale a Caldaro

1 Flares Filament.io 1 Flares ×

Quando c’è in gara il carabiniere novarese Giulio Molinari si sa già che la frazione in bici sarà tiratissima, se poi la gara in questione è Caldaro con il tracciato ciclistico che si presta ad azioni solitarie ecco che il risultato finale è quasi scontato.
Come nel 2013 Molinari centra la vittoria nell’ Olimpico di Caldaro non lasciando alcun scampo ai suoi rivali piazzando il miglior parziale in tutte e tre le frazioni , rifilando oltre 3′ al secondo parziale sulle due ruote e permettendosi anche di staccare il miglior crono nei 10 impegnativi chilometri della frazione finale.  Inutile dire che per gli avversari non  rimasto che lottare per la seconda posizione che è andata al poliziotto  cuneese Danilo Brustolon che ha avuto la meglio del croato Patrcevic.
In campo femminile escono dall’acqua appaiate Elisa Battistoni (707 triathlon) e Verena Steinhauser (Bressanone nuoto) che spingono forte sui pedali e si presentano da sole in T2 a giocarsi la vittoria. Troppo forte l’atleta  della 707  triathon che taglia il traguardo in solitaria trionfando davanti alla giovane Steinhauser mentre per il terzo posto la spunta Renate Foster che riesce a contenere la rimonta di Marta Gaiardelli (Fiamme Azzurre). Da segnalare il miglior parziale a piede dell’atleta in ottava posizione che in un solo anno è passata da 54′-58′ sui 10000m ai 37′  degli impegnativi 10 km di Caldaro.

1 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 1 Filament.io 1 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Il carabiniere Giulio Molinari cannibale a Caldaro

11th maggio, 2014
1 Flares Filament.io 1 Flares ×

Quando c’è in gara il carabiniere novarese Giulio Molinari si sa già che la frazione in bici sarà tiratissima, se poi la gara in questione è Caldaro con il tracciato ciclistico che si presta ad azioni solitarie ecco che il risultato finale è quasi scontato.
Come nel 2013 Molinari centra la vittoria nell’ Olimpico di Caldaro non lasciando alcun scampo ai suoi rivali piazzando il miglior parziale in tutte e tre le frazioni , rifilando oltre 3′ al secondo parziale sulle due ruote e permettendosi anche di staccare il miglior crono nei 10 impegnativi chilometri della frazione finale.  Inutile dire che per gli avversari non  rimasto che lottare per la seconda posizione che è andata al poliziotto  cuneese Danilo Brustolon che ha avuto la meglio del croato Patrcevic.
In campo femminile escono dall’acqua appaiate Elisa Battistoni (707 triathlon) e Verena Steinhauser (Bressanone nuoto) che spingono forte sui pedali e si presentano da sole in T2 a giocarsi la vittoria. Troppo forte l’atleta  della 707  triathon che taglia il traguardo in solitaria trionfando davanti alla giovane Steinhauser mentre per il terzo posto la spunta Renate Foster che riesce a contenere la rimonta di Marta Gaiardelli (Fiamme Azzurre). Da segnalare il miglior parziale a piede dell’atleta in ottava posizione che in un solo anno è passata da 54′-58′ sui 10000m ai 37′  degli impegnativi 10 km di Caldaro.

1 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 1 Filament.io 1 Flares ×
By
@novellimarco
1 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 1 Filament.io 1 Flares ×
backtotop