Mute Triathlon

I giovani crossisti azzurri sbancano gli europei di Vallée de Joux

2 Flares Filament.io 2 Flares ×

 

Europei di Triathlon Cross

Azzurrini protagonisti agli europei di triathlon cross

Nel 2015 Max Galletti, stimato tecnico del nord est ha lanciato un progetto legato triathlon cross rivolto ai giovani. I risultati non sono tardati ad arrivare, e negli ultimi campionati europei che si sono corsi lo scorso fine settimana, il bottino conquistato è stato ricco.

Sicuramente la gara che ha regalato più soddisfazioni è stata quella riservata agli Junior uomini, con uno strepitoso Pradella , classe 2000, che si scatena sulle due ruote presentandosi in T2 con un buon vantaggio sul compagno di squadra Sosniok. I due giovani azzurri si regalano una strepitosa doppietta, precedendo sotto lo striscione d’arrivo lo slovacco Kozlovsky. Bene anche Previtali che recupera  nella frazione finale chiudendo 10°.

Le Junior donne non sono state da meno, con Menditto che conferma la sua crescita con una gara di ottimo livello. Dopo aver mantenuto nel “mirino” la tedesca Saßerath nelle prime due frazioni, la giovane alessandrina prende la testa della gara nell’ultima frazione , senza mollarla fino al traguardo, nonostante una penalità di 10” e la strepitosa rimonta della svizzera Duvoisin che conquista l’argento davanti alla Saßerath. Ai piedi del podio la giovane azzurra Bolzan (1999), che dopo essere uscita ultima dall’acqua, si è dimostrata a suo agio sul percorso fangoso ,  facendo registrare il 3° parziale assoluto sulle ruote grasse e presentandosi in T2 virtualmente sul podio. Purtroppo nell’ultima frazione deve accontentarsi di un più che positivo 4° posto , davanti alla compagna di squadra Marica Romano , mentre l’altra azzurra Fanti chiude 7°.

L’ultima medaglia della trasferta svizzera arriva dalla gara U23 Junior, con Ugazio che grazie ad una strepitosa frazione podistica (4° tempo assoluto compresi gli elite), riesce a risalire sino alla 3° posizione finale che gli vale il bronzo europeo alla sua prima partecipazione in una gara internazionale di triathlon cross. Purtroppo costretto al ritiro Buraccioni a causa di un guasto meccanico.

Nessuna medaglia tra gli assoluti , ma la prestazione di De Paoli avrebbe sicuramente meritato una medaglia, che gli è sfuggita solo nella frazione finale , nella quale ha perso il bronzo , andato al francese Daubord, autore della miglior prestazione podistica di giornata. Il 5° posto a 1’ dal podio è comunque un ottimo risultato per il veneto, mentre Galli chiude solo in 20° posizione assoluta (17° Elite). Donne lontane dal podio, con Monica Cibin solo 13° , davanti all’altra azzurra Elisabetta Curridori.

I risultati di questa trasferta svizzera danno quindi ragione a Galletti, che supportato da Davite, nonostante un budget irrisorio sta dando un nuovo sbocco ai giovani tagliati fuori dai vari progetti talento giovanili raccogliendo successi importanti.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

I giovani crossisti azzurri sbancano gli europei di Vallée de Joux

30th giugno, 2016
2 Flares Filament.io 2 Flares ×

 

Europei di Triathlon Cross

Azzurrini protagonisti agli europei di triathlon cross

Nel 2015 Max Galletti, stimato tecnico del nord est ha lanciato un progetto legato triathlon cross rivolto ai giovani. I risultati non sono tardati ad arrivare, e negli ultimi campionati europei che si sono corsi lo scorso fine settimana, il bottino conquistato è stato ricco.

Sicuramente la gara che ha regalato più soddisfazioni è stata quella riservata agli Junior uomini, con uno strepitoso Pradella , classe 2000, che si scatena sulle due ruote presentandosi in T2 con un buon vantaggio sul compagno di squadra Sosniok. I due giovani azzurri si regalano una strepitosa doppietta, precedendo sotto lo striscione d’arrivo lo slovacco Kozlovsky. Bene anche Previtali che recupera  nella frazione finale chiudendo 10°.

Le Junior donne non sono state da meno, con Menditto che conferma la sua crescita con una gara di ottimo livello. Dopo aver mantenuto nel “mirino” la tedesca Saßerath nelle prime due frazioni, la giovane alessandrina prende la testa della gara nell’ultima frazione , senza mollarla fino al traguardo, nonostante una penalità di 10” e la strepitosa rimonta della svizzera Duvoisin che conquista l’argento davanti alla Saßerath. Ai piedi del podio la giovane azzurra Bolzan (1999), che dopo essere uscita ultima dall’acqua, si è dimostrata a suo agio sul percorso fangoso ,  facendo registrare il 3° parziale assoluto sulle ruote grasse e presentandosi in T2 virtualmente sul podio. Purtroppo nell’ultima frazione deve accontentarsi di un più che positivo 4° posto , davanti alla compagna di squadra Marica Romano , mentre l’altra azzurra Fanti chiude 7°.

L’ultima medaglia della trasferta svizzera arriva dalla gara U23 Junior, con Ugazio che grazie ad una strepitosa frazione podistica (4° tempo assoluto compresi gli elite), riesce a risalire sino alla 3° posizione finale che gli vale il bronzo europeo alla sua prima partecipazione in una gara internazionale di triathlon cross. Purtroppo costretto al ritiro Buraccioni a causa di un guasto meccanico.

Nessuna medaglia tra gli assoluti , ma la prestazione di De Paoli avrebbe sicuramente meritato una medaglia, che gli è sfuggita solo nella frazione finale , nella quale ha perso il bronzo , andato al francese Daubord, autore della miglior prestazione podistica di giornata. Il 5° posto a 1’ dal podio è comunque un ottimo risultato per il veneto, mentre Galli chiude solo in 20° posizione assoluta (17° Elite). Donne lontane dal podio, con Monica Cibin solo 13° , davanti all’altra azzurra Elisabetta Curridori.

I risultati di questa trasferta svizzera danno quindi ragione a Galletti, che supportato da Davite, nonostante un budget irrisorio sta dando un nuovo sbocco ai giovani tagliati fuori dai vari progetti talento giovanili raccogliendo successi importanti.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop