Mute Triathlon

Gomez mette un altro sigillo alla sua stagione trionfale.

34 Flares Filament.io 34 Flares ×

Gomez mette un altro sigillo alla sua stagione trionfale.

Lo spagnolo  Javier Gomez ha vinto il Beijing International Triathlon per la seconda volta in una gara molto combattuta dove ha avuto la meglio dell’australiano Amberger e dell’americano  Bennett. Mario Mola è arrivato quarto. L’australiana Gentle è stata la vincitrice nella categoria femminile.

Pochi giorni dopo la sua nomina per la Laureus Sport Awards, e dopo aver ottenuto due titoli mondiali di grande valore come il World Series e ITU Triathlon  e  Ironman 70.3, Javier Gómez Noya continua accumulando vittorie ed estendendo la sua leggenda.
Nel Beijing International Triathlon, prova della distanza Olimpica no draft  la partecipazione  degli elite è stata ridotta a soli  7 atleti ,  con lo Gomez che ha bissato la vittoria del 2013 e come allora  Greg Bennett  si è rivelato  ancora una volta un avversario difficile per Noya, anche se l’australiano Josh Amberger è stato quello che che ha reso la vita più difficile al campione spagnolo.
Gómez Noya  e Amberger e hanno infatti realizzato una grande frazione natatoria e sono usciti dall’ acqua  con 50 secondi di vantaggio sul terzo classificato, Brian Fleischmann. Nella seconda frazione , l’australiano ha imposto un ritmo forsennato e si è presentato per primo in T2. con lo spagnolo superato anche da Bennett.
La frazione finale presentava  significativi ostacoli, il più importante una rampa di 240 gradini. Nonostante il  circuito, Gómez Noya ha superato Amberger e Bennett e chiuso  i 10 chilometri finali con il miglior parziale assoluto  (34:31). L’australiano e l’americano completano la top 3 con  Mario Mola relegato al quarto posto nonostante  abbia fatto segnare il secondo miglior parziale podistico, migliorando comunque il 6° posto della scorsa stagione.

In campo femminile, la vittoria è andata nelle mani dell’ australiana  Gentle, che ha rimontato  posizioni in bici e soprattutto nell’ ultima frazione, dove ha fatto il miglior  parziale (38:36). La tedesca Ricarda Lisk  chiude al secondo posto , mentre Laura Bennett  completa il podio,  stessa posizione di suo marito Greg.

Un totale di 690 atleti hanno concluso il triathlon di Pechino in un circuito  che lo stesso Gómez Noya ha descritto sui social network come “molto difficile” pochi minuti dopo la sua vittoria.

34 Flares Twitter 5 Facebook 27 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 34 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Gomez mette un altro sigillo alla sua stagione trionfale.

16th settembre, 2014
34 Flares Filament.io 34 Flares ×

Gomez mette un altro sigillo alla sua stagione trionfale.

Lo spagnolo  Javier Gomez ha vinto il Beijing International Triathlon per la seconda volta in una gara molto combattuta dove ha avuto la meglio dell’australiano Amberger e dell’americano  Bennett. Mario Mola è arrivato quarto. L’australiana Gentle è stata la vincitrice nella categoria femminile.

Pochi giorni dopo la sua nomina per la Laureus Sport Awards, e dopo aver ottenuto due titoli mondiali di grande valore come il World Series e ITU Triathlon  e  Ironman 70.3, Javier Gómez Noya continua accumulando vittorie ed estendendo la sua leggenda.
Nel Beijing International Triathlon, prova della distanza Olimpica no draft  la partecipazione  degli elite è stata ridotta a soli  7 atleti ,  con lo Gomez che ha bissato la vittoria del 2013 e come allora  Greg Bennett  si è rivelato  ancora una volta un avversario difficile per Noya, anche se l’australiano Josh Amberger è stato quello che che ha reso la vita più difficile al campione spagnolo.
Gómez Noya  e Amberger e hanno infatti realizzato una grande frazione natatoria e sono usciti dall’ acqua  con 50 secondi di vantaggio sul terzo classificato, Brian Fleischmann. Nella seconda frazione , l’australiano ha imposto un ritmo forsennato e si è presentato per primo in T2. con lo spagnolo superato anche da Bennett.
La frazione finale presentava  significativi ostacoli, il più importante una rampa di 240 gradini. Nonostante il  circuito, Gómez Noya ha superato Amberger e Bennett e chiuso  i 10 chilometri finali con il miglior parziale assoluto  (34:31). L’australiano e l’americano completano la top 3 con  Mario Mola relegato al quarto posto nonostante  abbia fatto segnare il secondo miglior parziale podistico, migliorando comunque il 6° posto della scorsa stagione.

In campo femminile, la vittoria è andata nelle mani dell’ australiana  Gentle, che ha rimontato  posizioni in bici e soprattutto nell’ ultima frazione, dove ha fatto il miglior  parziale (38:36). La tedesca Ricarda Lisk  chiude al secondo posto , mentre Laura Bennett  completa il podio,  stessa posizione di suo marito Greg.

Un totale di 690 atleti hanno concluso il triathlon di Pechino in un circuito  che lo stesso Gómez Noya ha descritto sui social network come “molto difficile” pochi minuti dopo la sua vittoria.

34 Flares Twitter 5 Facebook 27 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 34 Flares ×
By
@novellimarco
34 Flares Twitter 5 Facebook 27 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 34 Flares ×
backtotop