Mute Triathlon

Giulio Molinari: buona la prima nell’ IM Arizona

0 Flares Filament.io 0 Flares ×
Giulio Molinari esordio da paura nell' IM

Giulio Molinari esordio da paura nell’ IM

Dopo essersi conquistato un posto in prima fila nell’olimpo dei PRO sulla distanza 70.3, il carabiniere novarese Giulio Molinari era atteso al “grande passo”: l’esordio sulla distanza IM !
Il campione azzurro non ha tradito le attese e ha regalato ai suoi supporters una prova di grandissimo spessore che lo ha portato a far segnare il miglior parziale  per un italiano sulle due ruote e a sfiorare il miglior tempo di sempre (sempre in ambito italiano)  sulla distanza.
La gara ha visto Molinari uscire dall’acqua a 1’14” dal canadese McMahon e mantenersi sempre nelle primissime posizioni durante la frazione bike, senza strafare. Purtroppo l’australiamo Wurf e soprattutto il canadese Sanders,  imprimono un ritmo pazzesco alla seconda frazione, con il secondo che fa segnare la miglior prestazione di sempre sulle due ruote nelle gare del circuito WTC. Nella frazione finale il testa a testa fra Sanders e McMahon vede quest’ultimo recuperare poco più di 2 minuti, mentre il suo connazionale taglia vittorioso il traguardo in 7.44.29, nuovo limite mondiale per un “full pallinato”. Il podio è completato dall’americano Tollakson, mentre lo sloveno Plese sopravanza nella maratona finale  Molinari, che bagna il suo esordio con uno strepitoso 8.06.47 e una maratona sub 3 ore, che lo porta a sfiorare il record italiano di Fontana.

In campo femminile impressionante nuoto dell’ americana Kessler, che fa segnare un parziale di 4″ più veloce di quello di Molinari (49.31″) , accumulando notevole vantaggio sulle inseguitrici. Sulle due ruote l’olandese Van Vlerken tenta il forcing, ma riesce a recuperare poco meno di 4 minuti, iniziando la maratona finale con altrettanto distacco. Durante i 42 km finali di corsa la leader perde un altro minuto, ma il suo vantaggio è sufficiente per tagliare vittoriosa il traguardo in 8.48.23, che le vale anche la 25 posizione assoluta, mentre Van Vlerken chiude in 8.51.27. A completare il podio in 3° posizione la canadese Melindi Elmore, autrice di un ottimo 3.00.52 nella maratona finale.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Giulio Molinari: buona la prima nell’ IM Arizona

22nd novembre, 2016
0 Flares Filament.io 0 Flares ×
Giulio Molinari esordio da paura nell' IM

Giulio Molinari esordio da paura nell’ IM

Dopo essersi conquistato un posto in prima fila nell’olimpo dei PRO sulla distanza 70.3, il carabiniere novarese Giulio Molinari era atteso al “grande passo”: l’esordio sulla distanza IM !
Il campione azzurro non ha tradito le attese e ha regalato ai suoi supporters una prova di grandissimo spessore che lo ha portato a far segnare il miglior parziale  per un italiano sulle due ruote e a sfiorare il miglior tempo di sempre (sempre in ambito italiano)  sulla distanza.
La gara ha visto Molinari uscire dall’acqua a 1’14” dal canadese McMahon e mantenersi sempre nelle primissime posizioni durante la frazione bike, senza strafare. Purtroppo l’australiamo Wurf e soprattutto il canadese Sanders,  imprimono un ritmo pazzesco alla seconda frazione, con il secondo che fa segnare la miglior prestazione di sempre sulle due ruote nelle gare del circuito WTC. Nella frazione finale il testa a testa fra Sanders e McMahon vede quest’ultimo recuperare poco più di 2 minuti, mentre il suo connazionale taglia vittorioso il traguardo in 7.44.29, nuovo limite mondiale per un “full pallinato”. Il podio è completato dall’americano Tollakson, mentre lo sloveno Plese sopravanza nella maratona finale  Molinari, che bagna il suo esordio con uno strepitoso 8.06.47 e una maratona sub 3 ore, che lo porta a sfiorare il record italiano di Fontana.

In campo femminile impressionante nuoto dell’ americana Kessler, che fa segnare un parziale di 4″ più veloce di quello di Molinari (49.31″) , accumulando notevole vantaggio sulle inseguitrici. Sulle due ruote l’olandese Van Vlerken tenta il forcing, ma riesce a recuperare poco meno di 4 minuti, iniziando la maratona finale con altrettanto distacco. Durante i 42 km finali di corsa la leader perde un altro minuto, ma il suo vantaggio è sufficiente per tagliare vittoriosa il traguardo in 8.48.23, che le vale anche la 25 posizione assoluta, mentre Van Vlerken chiude in 8.51.27. A completare il podio in 3° posizione la canadese Melindi Elmore, autrice di un ottimo 3.00.52 nella maratona finale.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
By
@novellimarco
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
backtotop