Mute Triathlon

Europei “half distance” di Rimini: Molinari abdica con onore.

101 Flares Filament.io 101 Flares ×

podio-rimini

Si sono corsi Domenica a Rimini i campionati europei “half distance” 2015 con diversi azzurri al via.
Tra gli uomini il carabiniere novarese Giulio Molinari difendeva il titolo conquistato nel 2015 , ma il ceco Ospaly si è presentato al via a Rimini con tutte le intenzioni di strapparglielo. Nel nuoto subito in evidenza Mattia Ceccarelli (DDS) che parte  deciso a far bene sulle strade di casa, ma Molinari e Ospaly non gli concedono che pochissimi seconi. In bici prendono la testa i tre, con i due italiani che piano piano allungano sul ceco. Dopo poche decine di  km Molinari deve fare i conti con la rottura del reggisella che condizionerà la sua frazione ciclistica.

A dettare  il ritmo è Mattia Ceccarelli  che insieme a Molinari entra in testa alla gara in T2, con Ospaly a 1’40” circa mentre lontani tutti gli altri. Molinari parte impostando un  buon ritmo ma già dei primi metri si rende  conto che non è la sua miglior giornata, infatti Ospaly recupera terreno  e prende il comando della gara, comunque  Molinari mantiene saldamente la seconda posizione. Il ceco trionfa e conquista il titolo europeo in 4.06.14 precedendo di poco più di 1′ Molinari ,entusiasmante  volata finale per il terzo posto con il belga Aernouts che riesce a precedere sul filo di lana lo svizzero WIld. Gli altri azzurri più dietro , con  Ciavatella 7°, Alessandroni 8°,  Ceccarelli scivola indietro e chiude 14° , ma autore di una gara tutta all’attacco. Da dimenticare la gara di Cuccì,  sempre lontanissimo dai primi e 37° al traguardo a 40 minuti dal vincitore, dietro a diversi Age Group. Purtroppo ritirati Cigana e Casadei per forature.

In campo femminile pronostico più aperto ma la frazione in bici ha messo praticamente la parola fine sui discorsi  per la vittoria, con la vice campionessa mondiale 2014 la finlandese Lethonen che fa il vuoto e rifila circa 8 minuti a tutte le inseguitrici e entra in T2 con un vantaggio rassicurante. Dietro di lei Santimaria e Raw, con le altre azzurre Dogana , Dossena e Priarone che terminano la bici  in parata a 9′ circa dalla testa della gara. Inizia quindi la solita scontata rimonta della Dossena che , come oramai capita in tutte le gare internazionali, non basta per conquistare la vittoria e si ferma al secondo gradino del podio a oltre 5 minuti dalla finlandese, al terzo posto chiude la Raw (PPrTeam) che precede l’ottima Margie Santimaria protagonista per 2/3 di gara. Bene anche Martina Dogana che con la sua esperienza conquista il 5° posto mentre Priarone chiude 7.

101 Flares Twitter 0 Facebook 99 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 101 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Europei “half distance” di Rimini: Molinari abdica con onore.

26th maggio, 2015
101 Flares Filament.io 101 Flares ×

podio-rimini

Si sono corsi Domenica a Rimini i campionati europei “half distance” 2015 con diversi azzurri al via.
Tra gli uomini il carabiniere novarese Giulio Molinari difendeva il titolo conquistato nel 2015 , ma il ceco Ospaly si è presentato al via a Rimini con tutte le intenzioni di strapparglielo. Nel nuoto subito in evidenza Mattia Ceccarelli (DDS) che parte  deciso a far bene sulle strade di casa, ma Molinari e Ospaly non gli concedono che pochissimi seconi. In bici prendono la testa i tre, con i due italiani che piano piano allungano sul ceco. Dopo poche decine di  km Molinari deve fare i conti con la rottura del reggisella che condizionerà la sua frazione ciclistica.

A dettare  il ritmo è Mattia Ceccarelli  che insieme a Molinari entra in testa alla gara in T2, con Ospaly a 1’40” circa mentre lontani tutti gli altri. Molinari parte impostando un  buon ritmo ma già dei primi metri si rende  conto che non è la sua miglior giornata, infatti Ospaly recupera terreno  e prende il comando della gara, comunque  Molinari mantiene saldamente la seconda posizione. Il ceco trionfa e conquista il titolo europeo in 4.06.14 precedendo di poco più di 1′ Molinari ,entusiasmante  volata finale per il terzo posto con il belga Aernouts che riesce a precedere sul filo di lana lo svizzero WIld. Gli altri azzurri più dietro , con  Ciavatella 7°, Alessandroni 8°,  Ceccarelli scivola indietro e chiude 14° , ma autore di una gara tutta all’attacco. Da dimenticare la gara di Cuccì,  sempre lontanissimo dai primi e 37° al traguardo a 40 minuti dal vincitore, dietro a diversi Age Group. Purtroppo ritirati Cigana e Casadei per forature.

In campo femminile pronostico più aperto ma la frazione in bici ha messo praticamente la parola fine sui discorsi  per la vittoria, con la vice campionessa mondiale 2014 la finlandese Lethonen che fa il vuoto e rifila circa 8 minuti a tutte le inseguitrici e entra in T2 con un vantaggio rassicurante. Dietro di lei Santimaria e Raw, con le altre azzurre Dogana , Dossena e Priarone che terminano la bici  in parata a 9′ circa dalla testa della gara. Inizia quindi la solita scontata rimonta della Dossena che , come oramai capita in tutte le gare internazionali, non basta per conquistare la vittoria e si ferma al secondo gradino del podio a oltre 5 minuti dalla finlandese, al terzo posto chiude la Raw (PPrTeam) che precede l’ottima Margie Santimaria protagonista per 2/3 di gara. Bene anche Martina Dogana che con la sua esperienza conquista il 5° posto mentre Priarone chiude 7.

101 Flares Twitter 0 Facebook 99 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 101 Flares ×
By
@novellimarco
101 Flares Twitter 0 Facebook 99 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 101 Flares ×
backtotop