Mute Triathlon

Ennesimo annullamento di un titolo italiano.

20 Flares Filament.io 20 Flares ×

Dubbio

Il calendario Fitri 2016 perde l’ennesimo pezzo, con la cancellazione dei campionati italiani giovanili di triathlon. Anche se la notizia è apparsa solo oggi ( VEDI ARTICOLO FITRI ), era già saltato al’occhio dei più attenti osservatori il fatto che non vi fosse la guida tecnica sul sito Fitri, oltre a non essere apparsa alcuna news con l’apertura delle iscrizioni alla manifestazione. Sul sito della società di cronometraggio ufficiale era solo una decina circa i giovani già iscritti, sinonimo che in molti si aspettassero questo annullamento.

Continua quindi l’odissea del calendario 2016, con questa dirigenza che ha già battuto tutti i record negativi con la non assegnazione per il secondo anno consecutivo del titolo italiano di duathlon classico, oltre che al 3° titolo italiano annullato solo in questo 2016 ( i precedenti 2, , C.I. triathlon age group no draft e  C.I. duathlon staffetta e coppa crono hanno poi trovato nuova sede), mentre per altri 3 c’è stato un cambio di sede all’ultimo minuto (Caorle, Zibido San Giacomo e Farra D’Alpago). A tutto ciò va aggiunto il continuo walzer di modifiche di sedi e spostamento di date delle tappe dei vari circuiti; alcuni totalmente ridimensionati come numero di manifestazioni rispetto a quanto apparso sulla circolare gare 2016.

Sicuramente questa situazione è indice di una totale superficialità nell’assegnazione delle sedi dei vari C.I. e tappe di circuito, come si può notare troppo spesso messe in calendario e poi annullate per mancanze di permessi. Come mai poi tutto questo si scopre a ridosso dello svolgimento delle manifestazioni? A nessuno in Federazione viene in mente di verificare la presenza di tutti i permessi 2-3 mesi prima della realizzazione dell’evento? Risulta alquanto strano che ci sia una percentuale così alta di “ripensamenti” delle autorità locali “last minute” in merito al rilascio delle previste autorizzazioni di chiusura strade ecc… La realtà dei fatti è che tra presunte frane che occuperebbero la strada per mesi e mesi, problemi “last minute” di concessioni permessi e problematiche varie, gli atleti e le società si trovano a vedersi modificare la stagione quasi mensilmente, con evidenti problemi a programmarla, non solo dal punto di vista agonistico, ma anche prettamente logistico.

20 Flares Twitter 0 Facebook 17 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 20 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Autore
By

@novellimarco

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Ennesimo annullamento di un titolo italiano.

2nd luglio, 2016
20 Flares Filament.io 20 Flares ×

Dubbio

Il calendario Fitri 2016 perde l’ennesimo pezzo, con la cancellazione dei campionati italiani giovanili di triathlon. Anche se la notizia è apparsa solo oggi ( VEDI ARTICOLO FITRI ), era già saltato al’occhio dei più attenti osservatori il fatto che non vi fosse la guida tecnica sul sito Fitri, oltre a non essere apparsa alcuna news con l’apertura delle iscrizioni alla manifestazione. Sul sito della società di cronometraggio ufficiale era solo una decina circa i giovani già iscritti, sinonimo che in molti si aspettassero questo annullamento.

Continua quindi l’odissea del calendario 2016, con questa dirigenza che ha già battuto tutti i record negativi con la non assegnazione per il secondo anno consecutivo del titolo italiano di duathlon classico, oltre che al 3° titolo italiano annullato solo in questo 2016 ( i precedenti 2, , C.I. triathlon age group no draft e  C.I. duathlon staffetta e coppa crono hanno poi trovato nuova sede), mentre per altri 3 c’è stato un cambio di sede all’ultimo minuto (Caorle, Zibido San Giacomo e Farra D’Alpago). A tutto ciò va aggiunto il continuo walzer di modifiche di sedi e spostamento di date delle tappe dei vari circuiti; alcuni totalmente ridimensionati come numero di manifestazioni rispetto a quanto apparso sulla circolare gare 2016.

Sicuramente questa situazione è indice di una totale superficialità nell’assegnazione delle sedi dei vari C.I. e tappe di circuito, come si può notare troppo spesso messe in calendario e poi annullate per mancanze di permessi. Come mai poi tutto questo si scopre a ridosso dello svolgimento delle manifestazioni? A nessuno in Federazione viene in mente di verificare la presenza di tutti i permessi 2-3 mesi prima della realizzazione dell’evento? Risulta alquanto strano che ci sia una percentuale così alta di “ripensamenti” delle autorità locali “last minute” in merito al rilascio delle previste autorizzazioni di chiusura strade ecc… La realtà dei fatti è che tra presunte frane che occuperebbero la strada per mesi e mesi, problemi “last minute” di concessioni permessi e problematiche varie, gli atleti e le società si trovano a vedersi modificare la stagione quasi mensilmente, con evidenti problemi a programmarla, non solo dal punto di vista agonistico, ma anche prettamente logistico.

20 Flares Twitter 0 Facebook 17 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 20 Flares ×
By
@novellimarco
20 Flares Twitter 0 Facebook 17 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 20 Flares ×
backtotop