Mute Triathlon

Commento sulle prime assegnazioni di titoli italiani e tappe circuiti nazionali

2 Flares Filament.io 2 Flares ×

analisi

A cura di G.M.

Sono state rese pubbliche le sedi di alcuni campionati italiani e di alcune tappe dei circuiti italiani 2016. VEDI ARTICOLO FITRI

Come accaduto in occasione della prima stesura di quello 2015, mancano diversi tasselli per completare questa prima fase del calendario nazionale, che dovrebbe essere la più importante,  in quanto riservata alle gare “clou” della prossima stagione. Rispetto allo scorso anno però sembrerebbe che ci siano più caselle vuote.

Numerosi i titoli e tappe di circuito assegnate al centro-sud , in particolare la Campania ha recitato la parte del leone con ben  7 date, 16/17 Aprile Baia Dominzia (C.I.  duathlon a staffetta + Coppa Crono e 3° prova circuito duathlon), 3 Luglio Sapri C.I. age group triathlon olimpico no draft, 23/24 Luglio Ascea Marina C.I. triathlon giovani + c.i. a squadre giovani , 15 Ottobre Sapri finale Grand Prix, 16 Ottobre Sapri 4° prova circuito duathlon, che potrebbero considerarsi 8 visto che anche la 4° tappa del circuito cross di Alfedena è organizzata dalla Canottieri Napoli. Parliamo di 1/3 delle date già assegnate.  Ecco il dettaglio per regione:

  • Campania                  7
  • Lombardia                6
  • Marche                      3
  • Emilia Romagna     2
  • Liguria                      2
  • Toscana-Sardegna-Lazio- Abruzzo-Veneto   1

Per quanto riguarda invece la distribuzione dei campionati italiani :

  • Campania                4 ( 2 titoli giovanili)
  • Lombardia               3 ( 1 titolo giovanile)
  • Liguria                      2 ( 2 titoli giovanili)
  • Marche                     2  ( 1 titolo giovanile)
  • Emilia Romagna    2
  • Veneto – Toscana   1

Come già specificato il calendario è ancora incompleto, mancano all’appello ben 7 titoli italiani , 5 tappe di circuiti nazionali e 2 gare giovanili. Analizzando però nel dettaglio questi numeri , emerge come il circuito no draft e il Grand Prix, introdotti dall’attuale gruppo dirigente, non riscontrino praticamente alcun consenso tra gli organizzatori, incamerando solo 1 assegnazione a testa su , rispettivamente, 4 e 3 tappe previste.  Nel caso del Grand Prix ( che doveva essere il fiore all’occhiello della federazione) , ancora una volta le parole espresse dal presidente Bianchi ( all’indomani della chiusura dell’edizione 2015 aveva affermato “Stiamo rivolgendo l’attenzione anche a nuove location, perché sta crescendo l’interesse da parte di organizzatori nel confronti di questo circuito.”) non trovano riscontro nella realtà dei fatti.

Il duathlon è sempre più un settore in crisi, oltre a non esserci alcuna candidatura per il campionato italiano assoluto di duathlon classico (nel 2015 non è stato assegnato) , anche per il campionato italiano age group no draft non si è trovata una sede. Con il  Presidente Di Toro si era risuciti a portare ottimi numeri intorno al duathlon classico, proponendo edizioni dei campionati italiani con 400-500 iscritti, mentre ora rischiamo per il secondo anno di seguito di non veder assegnato il titolo assoluto.

Come accaduto lo scorso anno, appaiono in calendario gare con la dicitura “internazionale” ( Mergozzo e Cesenatico) senza però averne i requisiti fondamentali stabiliti dalla circolare gare e dall’articolo 58 del Regolamento Tecnico.

Non rimane che aspettare quindi  almeno dopo la metà del prossimo mese per avere, forse, il calendario completo dei titoli italiani e dei circuiti nazionali, sperando che non ci si trovi con un circuito (quello di cross) allargato senza alcuna comunicazione se non a giochi già decisi.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Commento sulle prime assegnazioni di titoli italiani e tappe circuiti nazionali

25th novembre, 2015
2 Flares Filament.io 2 Flares ×

analisi

A cura di G.M.

Sono state rese pubbliche le sedi di alcuni campionati italiani e di alcune tappe dei circuiti italiani 2016. VEDI ARTICOLO FITRI

Come accaduto in occasione della prima stesura di quello 2015, mancano diversi tasselli per completare questa prima fase del calendario nazionale, che dovrebbe essere la più importante,  in quanto riservata alle gare “clou” della prossima stagione. Rispetto allo scorso anno però sembrerebbe che ci siano più caselle vuote.

Numerosi i titoli e tappe di circuito assegnate al centro-sud , in particolare la Campania ha recitato la parte del leone con ben  7 date, 16/17 Aprile Baia Dominzia (C.I.  duathlon a staffetta + Coppa Crono e 3° prova circuito duathlon), 3 Luglio Sapri C.I. age group triathlon olimpico no draft, 23/24 Luglio Ascea Marina C.I. triathlon giovani + c.i. a squadre giovani , 15 Ottobre Sapri finale Grand Prix, 16 Ottobre Sapri 4° prova circuito duathlon, che potrebbero considerarsi 8 visto che anche la 4° tappa del circuito cross di Alfedena è organizzata dalla Canottieri Napoli. Parliamo di 1/3 delle date già assegnate.  Ecco il dettaglio per regione:

  • Campania                  7
  • Lombardia                6
  • Marche                      3
  • Emilia Romagna     2
  • Liguria                      2
  • Toscana-Sardegna-Lazio- Abruzzo-Veneto   1

Per quanto riguarda invece la distribuzione dei campionati italiani :

  • Campania                4 ( 2 titoli giovanili)
  • Lombardia               3 ( 1 titolo giovanile)
  • Liguria                      2 ( 2 titoli giovanili)
  • Marche                     2  ( 1 titolo giovanile)
  • Emilia Romagna    2
  • Veneto – Toscana   1

Come già specificato il calendario è ancora incompleto, mancano all’appello ben 7 titoli italiani , 5 tappe di circuiti nazionali e 2 gare giovanili. Analizzando però nel dettaglio questi numeri , emerge come il circuito no draft e il Grand Prix, introdotti dall’attuale gruppo dirigente, non riscontrino praticamente alcun consenso tra gli organizzatori, incamerando solo 1 assegnazione a testa su , rispettivamente, 4 e 3 tappe previste.  Nel caso del Grand Prix ( che doveva essere il fiore all’occhiello della federazione) , ancora una volta le parole espresse dal presidente Bianchi ( all’indomani della chiusura dell’edizione 2015 aveva affermato “Stiamo rivolgendo l’attenzione anche a nuove location, perché sta crescendo l’interesse da parte di organizzatori nel confronti di questo circuito.”) non trovano riscontro nella realtà dei fatti.

Il duathlon è sempre più un settore in crisi, oltre a non esserci alcuna candidatura per il campionato italiano assoluto di duathlon classico (nel 2015 non è stato assegnato) , anche per il campionato italiano age group no draft non si è trovata una sede. Con il  Presidente Di Toro si era risuciti a portare ottimi numeri intorno al duathlon classico, proponendo edizioni dei campionati italiani con 400-500 iscritti, mentre ora rischiamo per il secondo anno di seguito di non veder assegnato il titolo assoluto.

Come accaduto lo scorso anno, appaiono in calendario gare con la dicitura “internazionale” ( Mergozzo e Cesenatico) senza però averne i requisiti fondamentali stabiliti dalla circolare gare e dall’articolo 58 del Regolamento Tecnico.

Non rimane che aspettare quindi  almeno dopo la metà del prossimo mese per avere, forse, il calendario completo dei titoli italiani e dei circuiti nazionali, sperando che non ci si trovi con un circuito (quello di cross) allargato senza alcuna comunicazione se non a giochi già decisi.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop