Mute Triathlon

Commenti sulle date e sedi dei campionati italiani e circuiti 2015

27 Flares Filament.io 27 Flares ×

analisi

Sono state comunicate ieri sul sito Fitri le sedi e le date dei campionati italiani e circuiti 2015. A dir la verità si tratta di un calendario “monco”, mancano infatti alcuni titoli come quelli di winter triathlon, duathlon classico e duathlon a squadre, duathlon U23 oltre che 2 tappe su 5 del circuito di duathlon (una appunto è il C.I. di classico), la prima tappa del circuito di cross e la seconda del grand prix.

L’idea di poter avere una anticipazione del calendario con l’inserimento on line delle candidature sicuramente era apprezzabile, ma nel concreto si è creata la solita confusione con la maggioranza delle candidature inserite on line dopo la chiusura dei termini per presentare le richieste (vale comunque il cartaceo), soprattutto c’è da evidenziare che in sede di assegnazione ben 7 gare hanno cambiato data rispetto a quanto richiesto e apparso inizialmente sul sito Fitri.

Alcune date e sedi lasciano un po’ di dubbi, come l’assegnazione del campionato italiano di duathlon giovani al Trasimeno triathlon, che come già ricordato era la squadra di Baldelli, squalificato per 4 anni per vicende legate al doping. Lo stesso presidente della squadra umbra aveva proposto lo stesso atleta per il premio per i suoi risultati internazionale, nonostante foss già scoppiata la polemica a seguito di un video “sospetto” e tali risultati internazionali non esistessero di fatto visto che lo stesso atleta era stato squalificato per sospetti tagli di percorso. La stessa squadra di fatto non ha attività giovanile nazionale, oltresì nel 2014 ha organizzato un duathlon giovanile che si ricorda non tanto per il numero esiguo di partecipanti (poco superiore a 10 in totale), quanto l’intervento dei Nas che hanno effettuato controlli antidoping in una gara giovanile! (in provincia di Perugia dopo il caso Baldelli ci sono stati arresti per un’altra operazione legata al doping e controlli vari durante manifestazioni sportive). Cosniderando che le altre candidature erano di società con provata esperienza organizzativa anche in gare giovanili , titoli nazionali e con settore giovanile, forse si poteva fare diversamente meglio, forse la federazione l’ha valutata come unica sede che avrebbe garantito l’alternanza centro/nord nell’assegnazione delle sedi . La data è comunque ancora da confermare previa approvazione in Consiglio Federale del 13-14 Dicembre.

Riguardo alle date sicuramente quella del campionato italiano di triathlon cross sembra fuori luogo, infatti i mondiali si assegneranno (sempre in Italia) il 30 Maggio , quindi sfugge ai più il senso di un campionato italiano , che potrebbe e dovrebbe essere una gara valida come selezione per la rassegna iridata o quantomeno un test valido per gli atleti, praticamente un mese dopo. Tra l’latro la prima prova del circuito di cross è richiesta entro il 21 Giugno quindi potrebbe essere dopo i mondiali, trovandoci di fatto senza una gara di specialità prima di Cala Ginepro, anche se già quest’anno i campionati italiani di triathlon cross non sono stati tenuti in considerazione per le convocazioni agli Europei di specialità.

Anche per quanto riguarda il campionato italiano di triathlon medio, in programma il 23 Agosto si tratta di una data poco felice. Anche se spostata rispetto alla candidatura originale (era prevista per il 30 Agosto) , cade comunque una settimana prima del campionato mondiale 70.3, che vedrà sicuramente al via i migliori a.g. e elite italiani, che quasi sicuramente non possono correre una gara della stessa distanza la settimana prima.

Come già scritto nella presentazione del calendario a rischio assenteismo la finale del grand prix a Cagliari, sicuramente bellissima location, ma la collocazione geografica e la possibilità di avere i giochi già praticamente chiusi dopo la seconda tappa potrebbero convincere molti atleti a non affrontare la trasferta.

Guardando poi le date mancanti c’è il serio rischio che l’intera stagione di winter triathlon in Italia scompaia, oltre alla sede del campionato italiano non si hanno altre gare (Campodolcino sta valutando addirittura la possibilità di cambiare formula). Manca anche la 4° tappa del circuito di duathlon, la federazione la richiede dopo l 18 Ottobre, forse avrebbe fatto meglio scirvere dopo il 25 Ottobre visto che questa data è già stata assegnata alla finale del circuito cross che sarà proprio un duathlon. Si parla quindi di una data a Novembre, si preannuncia quindi una stagione 2015 infinita, senza calcolare l’eventuale campionato italiano di winter triathlon saranno almeno 9 mesi!

Una curiosità, sono 4 le società che si sono viste assegnare 2 date tra campionati italiani e circuiti , sono la Canottieri Napoli, Gp Triathlon, TD Rimini e Sport Wellness. Sono invece 4 le sedi sub judice, infatti Perugia , Farra d’Alpago, Revine e Imperia saranno valutate e confermate solo dopo il Consiglio Federale del 13-14 Dicembre.

27 Flares Twitter 0 Facebook 25 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 27 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Commenti sulle date e sedi dei campionati italiani e circuiti 2015

14th novembre, 2014
27 Flares Filament.io 27 Flares ×

analisi

Sono state comunicate ieri sul sito Fitri le sedi e le date dei campionati italiani e circuiti 2015. A dir la verità si tratta di un calendario “monco”, mancano infatti alcuni titoli come quelli di winter triathlon, duathlon classico e duathlon a squadre, duathlon U23 oltre che 2 tappe su 5 del circuito di duathlon (una appunto è il C.I. di classico), la prima tappa del circuito di cross e la seconda del grand prix.

L’idea di poter avere una anticipazione del calendario con l’inserimento on line delle candidature sicuramente era apprezzabile, ma nel concreto si è creata la solita confusione con la maggioranza delle candidature inserite on line dopo la chiusura dei termini per presentare le richieste (vale comunque il cartaceo), soprattutto c’è da evidenziare che in sede di assegnazione ben 7 gare hanno cambiato data rispetto a quanto richiesto e apparso inizialmente sul sito Fitri.

Alcune date e sedi lasciano un po’ di dubbi, come l’assegnazione del campionato italiano di duathlon giovani al Trasimeno triathlon, che come già ricordato era la squadra di Baldelli, squalificato per 4 anni per vicende legate al doping. Lo stesso presidente della squadra umbra aveva proposto lo stesso atleta per il premio per i suoi risultati internazionale, nonostante foss già scoppiata la polemica a seguito di un video “sospetto” e tali risultati internazionali non esistessero di fatto visto che lo stesso atleta era stato squalificato per sospetti tagli di percorso. La stessa squadra di fatto non ha attività giovanile nazionale, oltresì nel 2014 ha organizzato un duathlon giovanile che si ricorda non tanto per il numero esiguo di partecipanti (poco superiore a 10 in totale), quanto l’intervento dei Nas che hanno effettuato controlli antidoping in una gara giovanile! (in provincia di Perugia dopo il caso Baldelli ci sono stati arresti per un’altra operazione legata al doping e controlli vari durante manifestazioni sportive). Cosniderando che le altre candidature erano di società con provata esperienza organizzativa anche in gare giovanili , titoli nazionali e con settore giovanile, forse si poteva fare diversamente meglio, forse la federazione l’ha valutata come unica sede che avrebbe garantito l’alternanza centro/nord nell’assegnazione delle sedi . La data è comunque ancora da confermare previa approvazione in Consiglio Federale del 13-14 Dicembre.

Riguardo alle date sicuramente quella del campionato italiano di triathlon cross sembra fuori luogo, infatti i mondiali si assegneranno (sempre in Italia) il 30 Maggio , quindi sfugge ai più il senso di un campionato italiano , che potrebbe e dovrebbe essere una gara valida come selezione per la rassegna iridata o quantomeno un test valido per gli atleti, praticamente un mese dopo. Tra l’latro la prima prova del circuito di cross è richiesta entro il 21 Giugno quindi potrebbe essere dopo i mondiali, trovandoci di fatto senza una gara di specialità prima di Cala Ginepro, anche se già quest’anno i campionati italiani di triathlon cross non sono stati tenuti in considerazione per le convocazioni agli Europei di specialità.

Anche per quanto riguarda il campionato italiano di triathlon medio, in programma il 23 Agosto si tratta di una data poco felice. Anche se spostata rispetto alla candidatura originale (era prevista per il 30 Agosto) , cade comunque una settimana prima del campionato mondiale 70.3, che vedrà sicuramente al via i migliori a.g. e elite italiani, che quasi sicuramente non possono correre una gara della stessa distanza la settimana prima.

Come già scritto nella presentazione del calendario a rischio assenteismo la finale del grand prix a Cagliari, sicuramente bellissima location, ma la collocazione geografica e la possibilità di avere i giochi già praticamente chiusi dopo la seconda tappa potrebbero convincere molti atleti a non affrontare la trasferta.

Guardando poi le date mancanti c’è il serio rischio che l’intera stagione di winter triathlon in Italia scompaia, oltre alla sede del campionato italiano non si hanno altre gare (Campodolcino sta valutando addirittura la possibilità di cambiare formula). Manca anche la 4° tappa del circuito di duathlon, la federazione la richiede dopo l 18 Ottobre, forse avrebbe fatto meglio scirvere dopo il 25 Ottobre visto che questa data è già stata assegnata alla finale del circuito cross che sarà proprio un duathlon. Si parla quindi di una data a Novembre, si preannuncia quindi una stagione 2015 infinita, senza calcolare l’eventuale campionato italiano di winter triathlon saranno almeno 9 mesi!

Una curiosità, sono 4 le società che si sono viste assegnare 2 date tra campionati italiani e circuiti , sono la Canottieri Napoli, Gp Triathlon, TD Rimini e Sport Wellness. Sono invece 4 le sedi sub judice, infatti Perugia , Farra d’Alpago, Revine e Imperia saranno valutate e confermate solo dopo il Consiglio Federale del 13-14 Dicembre.

27 Flares Twitter 0 Facebook 25 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 27 Flares ×
By
@novellimarco
27 Flares Twitter 0 Facebook 25 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 27 Flares ×
backtotop