Mute Triathlon

Buona la prima per la Spirig nell’Ironman Cozumel

34 Flares Filament.io 34 Flares ×

spirig-cozumel

Cambiano le distanze ma il risultato no quando in gara c’è la campionessa Olimpica di triathlon, la svizzera Nicola Spirig. Dopo aver vinto il titolo olimpico nell’appassionante arrivo al photofinish con la svedese Norden la campionessa svizzera ha lasciato i campi gara per maternità e le sue apparizioni sono state poche ma vincenti. Infatti solo 4 le gare disputate dopo il 2014 con altrettante vittorie , il titolo europeo 2014, le due vittorie in Coppa del mondo a Cozumel 2013 e 2014 e la vittoria sempre quest’anno a Cartagena. Da ricordare anche la recente partecipazione ai campionati europei di maratona.

Prima di lanciarsi alla rincorsa della qualificazione per Rio 2016 la Spirig si è concessa una incursione sulle lunghe distanze prendendo parte ieri al primo Ironman della sua carriera, proprio a Cozumel in Messico. La campionessa svizzera ha vinto senza strafare, dopo essere uscita dall’acqua in compagnia della Shaerer e della Zelenkova si “accontenta” del terzo parziale sulle due ruote cedendo la testa della corsa alla danese Vesterby che entra in T2 con oltre 2′ di vantaggio sulla rossocrociata.

Nella frazione podistica la Spirig comincia il suo costante avvicinamento verso la testa della corsa che viene premiato dopo il passaggio alla mezza maratona (poco sopra 1.35′). La campionessa olimpica va quindi a vincere senza apparente fatica chiudendo in 9.14’07” precedendo di quasi 3’30” la danese Vesterby mentre grazie ad una strepitosa rimonta nella maratona finale (miglior parziale femminile in 2.57’02” e 5° tempo assoluto compreso gli uomini ) conquista il terzo gradino del podio l’americana Williamson.

In campo maschile gara praticamente chiusa dopo la frazione ciclistica dove l’austriaco Weiss (squalificato per doping nel 2005) ha fatto letteralmente il vuoto rifilando oltre 22′ al secondo parziale sulle due ruote e partendo per la maratona finale con 16 minuti circa di vantaggio sui più diretti inseguitori. Non pago del vantaggio accumulato sulle due ruote Weiss fa registrare il secondo parziale nella maratona finale chiudendo in 8.12’16” e lasciando a oltre 17 minuti l’americano Chrabot che ha la meglio per soli 27″ sullo spagnolo Clemente.

CLASSIFICA

34 Flares Twitter 5 Facebook 26 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 34 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Buona la prima per la Spirig nell’Ironman Cozumel

1st dicembre, 2014
34 Flares Filament.io 34 Flares ×

spirig-cozumel

Cambiano le distanze ma il risultato no quando in gara c’è la campionessa Olimpica di triathlon, la svizzera Nicola Spirig. Dopo aver vinto il titolo olimpico nell’appassionante arrivo al photofinish con la svedese Norden la campionessa svizzera ha lasciato i campi gara per maternità e le sue apparizioni sono state poche ma vincenti. Infatti solo 4 le gare disputate dopo il 2014 con altrettante vittorie , il titolo europeo 2014, le due vittorie in Coppa del mondo a Cozumel 2013 e 2014 e la vittoria sempre quest’anno a Cartagena. Da ricordare anche la recente partecipazione ai campionati europei di maratona.

Prima di lanciarsi alla rincorsa della qualificazione per Rio 2016 la Spirig si è concessa una incursione sulle lunghe distanze prendendo parte ieri al primo Ironman della sua carriera, proprio a Cozumel in Messico. La campionessa svizzera ha vinto senza strafare, dopo essere uscita dall’acqua in compagnia della Shaerer e della Zelenkova si “accontenta” del terzo parziale sulle due ruote cedendo la testa della corsa alla danese Vesterby che entra in T2 con oltre 2′ di vantaggio sulla rossocrociata.

Nella frazione podistica la Spirig comincia il suo costante avvicinamento verso la testa della corsa che viene premiato dopo il passaggio alla mezza maratona (poco sopra 1.35′). La campionessa olimpica va quindi a vincere senza apparente fatica chiudendo in 9.14’07” precedendo di quasi 3’30” la danese Vesterby mentre grazie ad una strepitosa rimonta nella maratona finale (miglior parziale femminile in 2.57’02” e 5° tempo assoluto compreso gli uomini ) conquista il terzo gradino del podio l’americana Williamson.

In campo maschile gara praticamente chiusa dopo la frazione ciclistica dove l’austriaco Weiss (squalificato per doping nel 2005) ha fatto letteralmente il vuoto rifilando oltre 22′ al secondo parziale sulle due ruote e partendo per la maratona finale con 16 minuti circa di vantaggio sui più diretti inseguitori. Non pago del vantaggio accumulato sulle due ruote Weiss fa registrare il secondo parziale nella maratona finale chiudendo in 8.12’16” e lasciando a oltre 17 minuti l’americano Chrabot che ha la meglio per soli 27″ sullo spagnolo Clemente.

CLASSIFICA

34 Flares Twitter 5 Facebook 26 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 34 Flares ×
By
@novellimarco
34 Flares Twitter 5 Facebook 26 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 34 Flares ×
backtotop