Mute Triathlon

Azzurri protagonisti a Melilla

3 Flares Filament.io 3 Flares ×
Podio Elite Uomini Melilla

Podio Elite Uomini Melilla

Tre medaglie e alcuni buoni piazzamenti, questo è il bottino degli azzurri che Domenica 10 Aprile erano impegnati nell’ETU Cup disputata a Melilla (Esp).

Il metallo più prezioso è stato conquistato dalla giovane atleta della PPR Team Carlotta Missaglia, che nonostante sia una Youth B, non ha patito il salto di categoria conquistando una incoraggiante vittoria, lottando spalla a spalla con l’atleta di casa , Santamaria Surrcoa ( 2^ ) e con la magiara Flora Bicsak (3^).
L’atleta della Minerva Roma, Michela Pozzuoli chiude al 5° posto, Tania Molinari (Piacenza T.) 8^ , mentre Fabiola D’Antino (Cremona Stradivari) 19^ .

Dalle gare elite invece arrivano due prestigiosi bronzi, con Verena Steinhauser (Tri Cremona Stradivari ), che dopo essere andata in fuga nella frazione ciclistica con altre tre concorrenti, chiude al 3° posto dietro alla vincitrice, l’ ungherese Margit Vanek ed alla ‘padrona di casa’ Anna Godoy Contreras. Più indietro ( 7° posto ) Luisa Iogna Prat (Td Rimini).

L’ultima medaglia della trasferta spagnola porta la firma del Carabiniere Massimo De Ponti, che riesce a salire sul podio grazie a un’ottima frazione di corsa, terminando alle spalle degli inglesi Matthew Sharp e Calum Johnson. Per quanto riguarda gli altri azzurri, 11° posto per Alessio Fioravanti (Minerva Roma); Riccardo Mosso (707) 30° e Marco Corrà (Minerva Roma) 38°.

Nessuna medaglia invece tra gli Junior uomini, con il 4° posto per Franco Pesavento (PPR Team), l’8° di Giulio Soldati (TD Rimini) , Valerio Cattabriga (Minerva Roma) 12°, Matteo Gala (Minerva Roma) 15° e di Mirko Lazzaretto (Rari Nantes Marostica) 20°; Gianluca Purzer (Schwimmclub Brixen) è giunto al traguardo 34°.

Alla luce di questi risultati e delle convocazioni ad alcune gare che vedranno alcuni atleti azzurri impegnati in campo internazionale, sorgono spontanee alcune riflessioni riguardo ai criteri di convocazione. A Melilla hanno sollevato alcuni dubbi quelle di D’Antino e Purzer, la prima palesemente fuori forma (come evidenziato anche dal raduno di Pasqua) e molto attardata nelle prime gare stagionali, mentre Puzer è praticamente assente dai campi gara da fine 2014, nel 2015 non ha nemmeno terminato l’unica gara a cui ha preso parte. Non a caso i due sono risultati ampiamente i peggiori della trasferta azzurra.

Atleti che invece hanno dimostrato di attraversare un ottimo stato di forma, sono Massimo De Ponti e Verena Steinhauser, nonostante i loro ottimi risultati però, non sono stati tenuti in considerazione per alcuni prossimi eventi internazionali di rilievo. Il Carabiniere , come lo scorso anno, ha conquistato il titolo italiano di duathlon e , come nel 2015, non è stato convocato per gli europei di specialità. Situazione simile per la Steinhauser, che nonostante i buoni risultati e i confortanti test svolti nell’ultimo raduno, si è vista rifiutare dal DT Miglio la convocazione alla WC di Cagliari, che vedrà al via invece Angelica Olmo, atleta passata al C.S. Carabinieri che ha dimostrato nelle uniche due uscite in WC di essere lontanissima dal livello delle migliori,  che ha chiuso il 2015 in evidente difficoltà e , soprattutto, non ha ancora gareggiato nel 2016.

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Azzurri protagonisti a Melilla

15th aprile, 2016
3 Flares Filament.io 3 Flares ×
Podio Elite Uomini Melilla

Podio Elite Uomini Melilla

Tre medaglie e alcuni buoni piazzamenti, questo è il bottino degli azzurri che Domenica 10 Aprile erano impegnati nell’ETU Cup disputata a Melilla (Esp).

Il metallo più prezioso è stato conquistato dalla giovane atleta della PPR Team Carlotta Missaglia, che nonostante sia una Youth B, non ha patito il salto di categoria conquistando una incoraggiante vittoria, lottando spalla a spalla con l’atleta di casa , Santamaria Surrcoa ( 2^ ) e con la magiara Flora Bicsak (3^).
L’atleta della Minerva Roma, Michela Pozzuoli chiude al 5° posto, Tania Molinari (Piacenza T.) 8^ , mentre Fabiola D’Antino (Cremona Stradivari) 19^ .

Dalle gare elite invece arrivano due prestigiosi bronzi, con Verena Steinhauser (Tri Cremona Stradivari ), che dopo essere andata in fuga nella frazione ciclistica con altre tre concorrenti, chiude al 3° posto dietro alla vincitrice, l’ ungherese Margit Vanek ed alla ‘padrona di casa’ Anna Godoy Contreras. Più indietro ( 7° posto ) Luisa Iogna Prat (Td Rimini).

L’ultima medaglia della trasferta spagnola porta la firma del Carabiniere Massimo De Ponti, che riesce a salire sul podio grazie a un’ottima frazione di corsa, terminando alle spalle degli inglesi Matthew Sharp e Calum Johnson. Per quanto riguarda gli altri azzurri, 11° posto per Alessio Fioravanti (Minerva Roma); Riccardo Mosso (707) 30° e Marco Corrà (Minerva Roma) 38°.

Nessuna medaglia invece tra gli Junior uomini, con il 4° posto per Franco Pesavento (PPR Team), l’8° di Giulio Soldati (TD Rimini) , Valerio Cattabriga (Minerva Roma) 12°, Matteo Gala (Minerva Roma) 15° e di Mirko Lazzaretto (Rari Nantes Marostica) 20°; Gianluca Purzer (Schwimmclub Brixen) è giunto al traguardo 34°.

Alla luce di questi risultati e delle convocazioni ad alcune gare che vedranno alcuni atleti azzurri impegnati in campo internazionale, sorgono spontanee alcune riflessioni riguardo ai criteri di convocazione. A Melilla hanno sollevato alcuni dubbi quelle di D’Antino e Purzer, la prima palesemente fuori forma (come evidenziato anche dal raduno di Pasqua) e molto attardata nelle prime gare stagionali, mentre Puzer è praticamente assente dai campi gara da fine 2014, nel 2015 non ha nemmeno terminato l’unica gara a cui ha preso parte. Non a caso i due sono risultati ampiamente i peggiori della trasferta azzurra.

Atleti che invece hanno dimostrato di attraversare un ottimo stato di forma, sono Massimo De Ponti e Verena Steinhauser, nonostante i loro ottimi risultati però, non sono stati tenuti in considerazione per alcuni prossimi eventi internazionali di rilievo. Il Carabiniere , come lo scorso anno, ha conquistato il titolo italiano di duathlon e , come nel 2015, non è stato convocato per gli europei di specialità. Situazione simile per la Steinhauser, che nonostante i buoni risultati e i confortanti test svolti nell’ultimo raduno, si è vista rifiutare dal DT Miglio la convocazione alla WC di Cagliari, che vedrà al via invece Angelica Olmo, atleta passata al C.S. Carabinieri che ha dimostrato nelle uniche due uscite in WC di essere lontanissima dal livello delle migliori,  che ha chiuso il 2015 in evidente difficoltà e , soprattutto, non ha ancora gareggiato nel 2016.

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×
By
@novellimarco
3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 3 Filament.io 3 Flares ×
backtotop