Mute Triathlon

Azzurri a picco nella WTS di Leeds

2 Flares Filament.io 2 Flares ×
Brownlee brothers

I Brownlee dominano a Leeds

Si è corsa oggi la tappa inglese della WTS, con il circuito mondiale che è sbarcato a Leeds, occasione per alcuni atleti di verificare la condizione a circa 2 mesi dalla gara che assegnerà le medaglie olimpiche a Rio.

Le prime a prendere il via in una giornata tipica inglese, sono state le donne, con occhi puntati sulla campionessa americana Jorgensen. Dopo un nuoto che ha visto l’inglese Learmonth uscire per prima dall’acqua, si forma un terzetto in testa, con Duffy (Bermuda) “scortata” dalle due inglesi Hall e Learmonth. Dietro le tre fuggitive il gruppo della Jorgensen perde terreno giro dopo giro, fino ad accumulare un distacco di poco oltre il minuto e mezzo in T2.

Una volta indossate le scarpe da corsa, inizia lo show della fuoriclasse a stelle e strisce, che km dopo km recupera decine di secondi sulla Duffy, che tiene la testa della gara sino al km 7.5, dove la rimonta della Jorgensen giunge a compimento. Negli ultimi 2.5 km l’americana allunga mentre la rappresentante delle Bermuda mantiene la seconda posizione, nonostante la rimonta da dietro delle due padrone di casa Holland e Stimpson. La lotta fratricida per il terzo gradino del podio si decide nei metri finali a favore della Holland. L’unica azzurra al via è stata protagonista di una prova assolutamente insufficiente, dopo essere uscita nelle retrovie nel nuoto è rimasta completamente da sola all’ultimo posto accumulando un pesantissimo distacco , culminata con il doppiaggio nella seconda frazione e quindi obbligata ad abbandonare la gara.

Impressionante prova di forza dei fratelli Brownlee nella gara maschile, con i due fuoriclasse che davanti al pubblico di casa danno spettacolo. Il campione olimpico Alistar è il più veloce di tutti ad inforcare la bici grazie a una super transizione e , dopo aver aspettato il fratello Jonathan, diventa il promotore di una fuga a 4 con il francese Raphael e l’australiano Royle. Giro dopo giro il vantaggio sul gruppo del campione mondiale ed europeo Gomez aumenta, sino a raggiungere i 2 minuti in T2. Alistart scappa via negli ultimi 10 km di corsa, suo fratello Jonathan mantiene la seconda posizione tenendo a distanza Royle, mentre da dietro Gomez fa segnare il miglior parziale nella frazione finale, superando nel finale Raphael e chiudendo in 4° posizione. Gara da incubo per Fabian, che paga qualche secondo nella frazione di nuoto, rimanendo quindi escluso dalla fuga decisiva in bici , chiudendo la gara con una frazione di corsa negativa, pagando (quartultimo tempo di frazione ) , chiudendo in 31ma posizione su 37 arrivati a 6’30” dal vincitore!

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Azzurri a picco nella WTS di Leeds

13th giugno, 2016
2 Flares Filament.io 2 Flares ×
Brownlee brothers

I Brownlee dominano a Leeds

Si è corsa oggi la tappa inglese della WTS, con il circuito mondiale che è sbarcato a Leeds, occasione per alcuni atleti di verificare la condizione a circa 2 mesi dalla gara che assegnerà le medaglie olimpiche a Rio.

Le prime a prendere il via in una giornata tipica inglese, sono state le donne, con occhi puntati sulla campionessa americana Jorgensen. Dopo un nuoto che ha visto l’inglese Learmonth uscire per prima dall’acqua, si forma un terzetto in testa, con Duffy (Bermuda) “scortata” dalle due inglesi Hall e Learmonth. Dietro le tre fuggitive il gruppo della Jorgensen perde terreno giro dopo giro, fino ad accumulare un distacco di poco oltre il minuto e mezzo in T2.

Una volta indossate le scarpe da corsa, inizia lo show della fuoriclasse a stelle e strisce, che km dopo km recupera decine di secondi sulla Duffy, che tiene la testa della gara sino al km 7.5, dove la rimonta della Jorgensen giunge a compimento. Negli ultimi 2.5 km l’americana allunga mentre la rappresentante delle Bermuda mantiene la seconda posizione, nonostante la rimonta da dietro delle due padrone di casa Holland e Stimpson. La lotta fratricida per il terzo gradino del podio si decide nei metri finali a favore della Holland. L’unica azzurra al via è stata protagonista di una prova assolutamente insufficiente, dopo essere uscita nelle retrovie nel nuoto è rimasta completamente da sola all’ultimo posto accumulando un pesantissimo distacco , culminata con il doppiaggio nella seconda frazione e quindi obbligata ad abbandonare la gara.

Impressionante prova di forza dei fratelli Brownlee nella gara maschile, con i due fuoriclasse che davanti al pubblico di casa danno spettacolo. Il campione olimpico Alistar è il più veloce di tutti ad inforcare la bici grazie a una super transizione e , dopo aver aspettato il fratello Jonathan, diventa il promotore di una fuga a 4 con il francese Raphael e l’australiano Royle. Giro dopo giro il vantaggio sul gruppo del campione mondiale ed europeo Gomez aumenta, sino a raggiungere i 2 minuti in T2. Alistart scappa via negli ultimi 10 km di corsa, suo fratello Jonathan mantiene la seconda posizione tenendo a distanza Royle, mentre da dietro Gomez fa segnare il miglior parziale nella frazione finale, superando nel finale Raphael e chiudendo in 4° posizione. Gara da incubo per Fabian, che paga qualche secondo nella frazione di nuoto, rimanendo quindi escluso dalla fuga decisiva in bici , chiudendo la gara con una frazione di corsa negativa, pagando (quartultimo tempo di frazione ) , chiudendo in 31ma posizione su 37 arrivati a 6’30” dal vincitore!

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop