Mute Triathlon

Assegnati nel week end di Tarzo i titoli tricolore di triathlon cross

102 Flares Filament.io 102 Flares ×

Podio italiani cross Tarzo

E’ stato un week end all’insegna della multidisciplina quello appena conclusosi a Tarzo Revine (TV), che è culminato con l’assegnazione dei titoli italiani di triathlon cross.

L’antipasto è stato un Sabato dedicato ai giovani e al triathlon sprint con le vittorie del talento junior Franco Pesavento ( Triathlon Cremona Stradivari ) che si permette il lusso di precedere per soli 10″ Massimo Cigana (Eroi del Piave) in “partenza” per Klagenfurt , mentre chiude più staccato Mirko Lazzaretto (Rari Nantes Marostica). Tra le donne invece dominio incontrastato per Elisa Battistoni (707) che porta a casa una vittoria facile davanti a Giulia Valbonesi (Cus Trento) e la giovane Marta Merlo (Rari Nantes Marostica).

Domenica il piatto forte del fine settimana con l’assegnazione dei titoli tricolore di triathlon cross, in concomitanza con la tappa del circuito europeo TNatura. I primi a partire sono stati i pochi Elite uomini , tre minuti dopo le Elite donne (4) a sette minuti gli age group. Le partenze scaglionate hanno di fatto creato una situazione in cui le posizioni assolute non si potevano definire al meglio se non per le  primissime posizioni. Leonardo Ballerini (Tri Pavese ) è il primo ad uscire dall’acqua con una quarantina di secondi di vantaggio su Buraccioni Fiamme Oro), mentre il campione italiano in carica De Paoli (Liger Team) paga poco più di 3′. La frazione ciclistica molto impegnativa, unitamente alle cattive condizioni atmosferiche (pioggia) hanno reso la seconda frazione decisiva, con gli specialisti delle ruote grasse che hanno fatto selezione. Il francese Serriers (già campione Europeo Junior 2013) prende la testa della gara nel secondo dei due giri previsti per la seconda frazione , mentre da dietro risale prepotentemente De Paoli che si presenta in T2 in seconda posizione davanti a Ballerini.

Nell’ultima frazione le posizioni rimangono invariate per quanto riguarda i primi due gradini del podio, con De Paoli che riesce solo ad avvicinarsi al francese che però controlla , per il terzo posto risale da dietro il belga campione europeo di specialità Coddens che conquista il bronzo non lontano da De Paoli. Per quanto riguarda gli Age Group il nuoto è stato dominato dallo junior Matias Ignacio Montenegro (Los Tigres) , che ha nuotato sugli stessi tempi di Ballerini (forse leggermente più veloce) e ha rifilato circa 2’30” al suo più diretto inseguitore. Anche in questo caso la bici ha mischiato le carte in tavola, Montenegro si ritira, Galli (Raschiani Tri Pavese) prende il comando delle operazioni poco prima della fine del primo giro con Sessini (Cus Trento) alle sue spalle e Gabardo (Cus Trento ) in forte rimonta. La frazione di corsa vede Galli allungare ulteriormente e portare a casa un 3° posto assoluto nel campionato italiano, mentre Sessini chiude al 6° posto assoluto e Gabardo al 7°.

Tra le donne praticamente un assolo di Monica Cibin (Tri Novara) che conduce la gara sin dalle prime bracciate e riesce a tenere a distanza prima Sara Tavecchio (Forhans) , poi ( dopo una foratura che farà perdere parecchio terreno alla campionessa italiana uscente ) Elisabetta Curridori (Villacidro Triathlon). Nella seconda frazione il break decisivo, con la leader che si presenta in T2 con un buon margine sulla sarda, mentre Tavecchio è praticamente già tagliata fuori dai giochi per la vittoria. Il titolo va quindi a Cibin davanti alla giovane Curridori e alla campionessa uscente Tavecchio.

L’accavallamento della gara valida per i campionati italiani di specialità con la tappa dell’European Cup del TNatura ha creato non poca confusione in termini dell’applicazione dei regolamenti sia per quanto riguarda le partenze che per le uniformi gara, soprattutto sono state sbagliate alcune premiazioni relative ai campionati italiani di categoria. Approfondiremo questi aspetti in un prossimo articolo.

102 Flares Twitter 0 Facebook 97 Pin It Share 0 Google+ 5 Filament.io 102 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Assegnati nel week end di Tarzo i titoli tricolore di triathlon cross

17th giugno, 2015
102 Flares Filament.io 102 Flares ×

Podio italiani cross Tarzo

E’ stato un week end all’insegna della multidisciplina quello appena conclusosi a Tarzo Revine (TV), che è culminato con l’assegnazione dei titoli italiani di triathlon cross.

L’antipasto è stato un Sabato dedicato ai giovani e al triathlon sprint con le vittorie del talento junior Franco Pesavento ( Triathlon Cremona Stradivari ) che si permette il lusso di precedere per soli 10″ Massimo Cigana (Eroi del Piave) in “partenza” per Klagenfurt , mentre chiude più staccato Mirko Lazzaretto (Rari Nantes Marostica). Tra le donne invece dominio incontrastato per Elisa Battistoni (707) che porta a casa una vittoria facile davanti a Giulia Valbonesi (Cus Trento) e la giovane Marta Merlo (Rari Nantes Marostica).

Domenica il piatto forte del fine settimana con l’assegnazione dei titoli tricolore di triathlon cross, in concomitanza con la tappa del circuito europeo TNatura. I primi a partire sono stati i pochi Elite uomini , tre minuti dopo le Elite donne (4) a sette minuti gli age group. Le partenze scaglionate hanno di fatto creato una situazione in cui le posizioni assolute non si potevano definire al meglio se non per le  primissime posizioni. Leonardo Ballerini (Tri Pavese ) è il primo ad uscire dall’acqua con una quarantina di secondi di vantaggio su Buraccioni Fiamme Oro), mentre il campione italiano in carica De Paoli (Liger Team) paga poco più di 3′. La frazione ciclistica molto impegnativa, unitamente alle cattive condizioni atmosferiche (pioggia) hanno reso la seconda frazione decisiva, con gli specialisti delle ruote grasse che hanno fatto selezione. Il francese Serriers (già campione Europeo Junior 2013) prende la testa della gara nel secondo dei due giri previsti per la seconda frazione , mentre da dietro risale prepotentemente De Paoli che si presenta in T2 in seconda posizione davanti a Ballerini.

Nell’ultima frazione le posizioni rimangono invariate per quanto riguarda i primi due gradini del podio, con De Paoli che riesce solo ad avvicinarsi al francese che però controlla , per il terzo posto risale da dietro il belga campione europeo di specialità Coddens che conquista il bronzo non lontano da De Paoli. Per quanto riguarda gli Age Group il nuoto è stato dominato dallo junior Matias Ignacio Montenegro (Los Tigres) , che ha nuotato sugli stessi tempi di Ballerini (forse leggermente più veloce) e ha rifilato circa 2’30” al suo più diretto inseguitore. Anche in questo caso la bici ha mischiato le carte in tavola, Montenegro si ritira, Galli (Raschiani Tri Pavese) prende il comando delle operazioni poco prima della fine del primo giro con Sessini (Cus Trento) alle sue spalle e Gabardo (Cus Trento ) in forte rimonta. La frazione di corsa vede Galli allungare ulteriormente e portare a casa un 3° posto assoluto nel campionato italiano, mentre Sessini chiude al 6° posto assoluto e Gabardo al 7°.

Tra le donne praticamente un assolo di Monica Cibin (Tri Novara) che conduce la gara sin dalle prime bracciate e riesce a tenere a distanza prima Sara Tavecchio (Forhans) , poi ( dopo una foratura che farà perdere parecchio terreno alla campionessa italiana uscente ) Elisabetta Curridori (Villacidro Triathlon). Nella seconda frazione il break decisivo, con la leader che si presenta in T2 con un buon margine sulla sarda, mentre Tavecchio è praticamente già tagliata fuori dai giochi per la vittoria. Il titolo va quindi a Cibin davanti alla giovane Curridori e alla campionessa uscente Tavecchio.

L’accavallamento della gara valida per i campionati italiani di specialità con la tappa dell’European Cup del TNatura ha creato non poca confusione in termini dell’applicazione dei regolamenti sia per quanto riguarda le partenze che per le uniformi gara, soprattutto sono state sbagliate alcune premiazioni relative ai campionati italiani di categoria. Approfondiremo questi aspetti in un prossimo articolo.

102 Flares Twitter 0 Facebook 97 Pin It Share 0 Google+ 5 Filament.io 102 Flares ×
By
@novellimarco
102 Flares Twitter 0 Facebook 97 Pin It Share 0 Google+ 5 Filament.io 102 Flares ×
backtotop