Mute Triathlon

Anche nella WC di Chengdu , azzurro sbiadito.

2 Flares Filament.io 2 Flares ×

Tomlin

Si è corsa nel fine settimana la tappa cinese della WC a Chengdu.

In campo maschile il belga Van Riel è il più veloce a nuoto, gli azzurri  Secchiero , Facchinetti, De Ponti e Uccellari (buon nuoto per lui) escono a 25″-30″ dalla testa della gara, mentre Hofer entra in T1 a circa 1 minuto. In T2 di fatto entra un gruppone con tutti i favoriti e i nostri azzurri per cui come spesso capita la gara si decide nella frazione finale. La vittoria va a un brillante Fisher (Australia) di fatto al rientro alle competizioni internazionali dopo 1 anno circa di assenza che regola in volata l’azero Pevtsov, e di soli 5″ l’ americano McDowell. Da segnalare il 4° posto del 39nne americano Hunter Kemper, già 3° una settimana fa ai campionati panamericani. Gli azzurri si perdono nel finale con Secchiero il migliore al traguardo in 16° posizione (con un contestato fotofinish che lo ha visto relegato alle spalle del messicano Castellanos) , seguito da Uccellari 19°, Hofer 23°, mentre continua il momento no di De Ponti (29°) e Facchinetti (32°)

Ci si aspettava molto in capo femminile vista la start list (nessuna big al via), ma purtroppo solo qualche piccola nota positiva per le nostre azzurre e un risultato di fatto non brillantissimo. Nel nuoto l’americana Cook si prende il lusso di lasciare alle sue spalle la forte nuotatrice spagnola Routier e a entrare in T1 in testa , le azzurre non sono lontane con Mazzetti a 17″ e Petrini a 32″. In bici si forma un gruppo numeroso in testa e a parte nel finale un tentativo della giapponese Takahashi che prende un leggero vantaggio in T2, le favorite partono per la frazione finale insieme. In testa si forma un terzetto con l’americana Tolmin, la russa Shulgina e l’austriaca Perterer. La vittoria si decide nel finale con l’americana (che arriva dall’atletica su pista) che conquista il suo primo oro davanti alla Shulgina e alla Perterer. La Mazzetti rimane per 2/3 di gara a meno di 30″ dalle leaders ma negli ultimi 2.5 km ha un notevole calo e chiude al 7° posto a circa 1″ dalla vincitrice. Per quanto riguarda la Petrini crollo nella frazione di corsa e 38° posizione finale a oltre 4 minuti dall’americana. In gara anche Gaia Peron che dopo un buon nuoto e una buona bici non ha concluso la gara.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Anche nella WC di Chengdu , azzurro sbiadito.

11th maggio, 2015
2 Flares Filament.io 2 Flares ×

Tomlin

Si è corsa nel fine settimana la tappa cinese della WC a Chengdu.

In campo maschile il belga Van Riel è il più veloce a nuoto, gli azzurri  Secchiero , Facchinetti, De Ponti e Uccellari (buon nuoto per lui) escono a 25″-30″ dalla testa della gara, mentre Hofer entra in T1 a circa 1 minuto. In T2 di fatto entra un gruppone con tutti i favoriti e i nostri azzurri per cui come spesso capita la gara si decide nella frazione finale. La vittoria va a un brillante Fisher (Australia) di fatto al rientro alle competizioni internazionali dopo 1 anno circa di assenza che regola in volata l’azero Pevtsov, e di soli 5″ l’ americano McDowell. Da segnalare il 4° posto del 39nne americano Hunter Kemper, già 3° una settimana fa ai campionati panamericani. Gli azzurri si perdono nel finale con Secchiero il migliore al traguardo in 16° posizione (con un contestato fotofinish che lo ha visto relegato alle spalle del messicano Castellanos) , seguito da Uccellari 19°, Hofer 23°, mentre continua il momento no di De Ponti (29°) e Facchinetti (32°)

Ci si aspettava molto in capo femminile vista la start list (nessuna big al via), ma purtroppo solo qualche piccola nota positiva per le nostre azzurre e un risultato di fatto non brillantissimo. Nel nuoto l’americana Cook si prende il lusso di lasciare alle sue spalle la forte nuotatrice spagnola Routier e a entrare in T1 in testa , le azzurre non sono lontane con Mazzetti a 17″ e Petrini a 32″. In bici si forma un gruppo numeroso in testa e a parte nel finale un tentativo della giapponese Takahashi che prende un leggero vantaggio in T2, le favorite partono per la frazione finale insieme. In testa si forma un terzetto con l’americana Tolmin, la russa Shulgina e l’austriaca Perterer. La vittoria si decide nel finale con l’americana (che arriva dall’atletica su pista) che conquista il suo primo oro davanti alla Shulgina e alla Perterer. La Mazzetti rimane per 2/3 di gara a meno di 30″ dalle leaders ma negli ultimi 2.5 km ha un notevole calo e chiude al 7° posto a circa 1″ dalla vincitrice. Per quanto riguarda la Petrini crollo nella frazione di corsa e 38° posizione finale a oltre 4 minuti dall’americana. In gara anche Gaia Peron che dopo un buon nuoto e una buona bici non ha concluso la gara.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
By
@novellimarco
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 2 Flares ×
backtotop