Mute Triathlon

Altro caso di deroga “illegale” al regolamento Fitri

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La solita coerenza della Fitri:Faenza e Fast gare "illegali" e le altre?

Siamo oramai abituati alle deroghe operate regolamento da parte della Fitri , quasi sempre ad “hoc” o “last minute”. Anche in occasione dell’ultima tappa del grand prix di Cagliari la federazione non si è smentita.

Il giorno 27 Settembre sul sito Fitri è apparsa la news riportante la lista degli iscritti ( VEDI NEWS ) che terminava con una chiaro richiamo al regolamento:

“IMPORTANTE: Tutti gli atleti aventi diritto a partecipare al Grand Prix, presenti nella lista aggiornata alla data di scadenza delle iscrizioni a Cagliari (il 21 settembre) e che non risultano iscritti alla suddetta gara, NON POSSONO partecipare a nessuna altra manifestazione agonistica, sul territorio nazionale. in svolgimento lo stesso giorno 11 settembre (tralasciamo il fatto che evidentemente si tratta di OTTOBRE).

La circolare gare, regolamentando la Start List del Grand Prix Italia (13.2) al punto 16 infatti precisa:

16. Gli atleti che rientrano negli elenchi degli aventi diritto, pubblicati sul sito federale, anche se non iscritti alle prove del GrandPrix, non potranno partecipare ad altre gare sul territorio italiano nelle date fissate per le prove del Circuito.

Questo articolo è stato applicato retroattivamente in occasione della prima tappa di Rimini con alcuni atleti (come De Paoli ), mentre in occasione della ultima tappa di Cagliari ci sono stati diversi atleti (solo a Conegliano i vari Spinazzè, Lazzaretto, Pagotto, Merlo, Mazzer) che hanno tranquillamente gareggiato in altre manifestazioni fissate lo stesso giorno dell’ultima tappa del Grand Prix e che rientravano nella lista degli aventi diritto a parteciparvi.

Pare che la Fitri abbia concesso una sorta di deroga al regolamento, limitatamente ai giovani, con, però, il vincolo di gareggiare di fatto “fuori gara” (ovverosia senza premi o montepremi vari).

Purtroppo non appare traccia di possibili deroghe in merito, sia sulla circolare gare che nel regolamento tecnico. Nelle prime due tappe del Grand Prix in un modo o nell’altro (nella prima retroattivamente, nella seconda antecedentemente) è stato fatto rispettare questo divieto, gli atleti che però si sono attenuti a tale divieto sono però discriminati rispetto a chi ha potuto gareggiare in occasione della scorsa Domenica (11 ottobre 2015 – ndr). Non a caso diversi senior/master alcuni giorni fa si sono lamentati per l’impossibilità di poter gareggiare a causa del regolamento.

Fatta questa doverosa precisazione, che di per sè dimostra come sia stata priva di legittimazione da parte del regolamento tecnico / circolare gare la concessione della deroga per alcuni atleti, bisogna anche analizzare se i vincoli imposti nella deroga sono stati rispettati.

Limitatamente alla gara di Conegliano, i giovani che hanno ottenuto la deroga sono entrati nella classifica della coppa Veneto Youth ?

Hanno comunque ritirato eventuali premi e/o sono stati comunque premiati? Non è comunque facile immaginare come un atleta, anche se  fuori gara,  possa comunque influenzarla e falsarla.

La Fitri non ha pubblicato alcuna notizia in merito a questa ipotetica deroga, ai suoi destinatari e le modalità per riceverla ecc, ma contattata via mail (ufficio gare) , inoltrando una segnalazione con i nominativi degli atleti “fuori norma” che risultavano iscritti ad una gara di Domenica (11 ottobre 2015 – ndr), ha risposto con un lapidario ” GRAZIE DELLA SEGNALAZIONE

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Altro caso di deroga “illegale” al regolamento Fitri

13th ottobre, 2015
0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La solita coerenza della Fitri:Faenza e Fast gare "illegali" e le altre?

Siamo oramai abituati alle deroghe operate regolamento da parte della Fitri , quasi sempre ad “hoc” o “last minute”. Anche in occasione dell’ultima tappa del grand prix di Cagliari la federazione non si è smentita.

Il giorno 27 Settembre sul sito Fitri è apparsa la news riportante la lista degli iscritti ( VEDI NEWS ) che terminava con una chiaro richiamo al regolamento:

“IMPORTANTE: Tutti gli atleti aventi diritto a partecipare al Grand Prix, presenti nella lista aggiornata alla data di scadenza delle iscrizioni a Cagliari (il 21 settembre) e che non risultano iscritti alla suddetta gara, NON POSSONO partecipare a nessuna altra manifestazione agonistica, sul territorio nazionale. in svolgimento lo stesso giorno 11 settembre (tralasciamo il fatto che evidentemente si tratta di OTTOBRE).

La circolare gare, regolamentando la Start List del Grand Prix Italia (13.2) al punto 16 infatti precisa:

16. Gli atleti che rientrano negli elenchi degli aventi diritto, pubblicati sul sito federale, anche se non iscritti alle prove del GrandPrix, non potranno partecipare ad altre gare sul territorio italiano nelle date fissate per le prove del Circuito.

Questo articolo è stato applicato retroattivamente in occasione della prima tappa di Rimini con alcuni atleti (come De Paoli ), mentre in occasione della ultima tappa di Cagliari ci sono stati diversi atleti (solo a Conegliano i vari Spinazzè, Lazzaretto, Pagotto, Merlo, Mazzer) che hanno tranquillamente gareggiato in altre manifestazioni fissate lo stesso giorno dell’ultima tappa del Grand Prix e che rientravano nella lista degli aventi diritto a parteciparvi.

Pare che la Fitri abbia concesso una sorta di deroga al regolamento, limitatamente ai giovani, con, però, il vincolo di gareggiare di fatto “fuori gara” (ovverosia senza premi o montepremi vari).

Purtroppo non appare traccia di possibili deroghe in merito, sia sulla circolare gare che nel regolamento tecnico. Nelle prime due tappe del Grand Prix in un modo o nell’altro (nella prima retroattivamente, nella seconda antecedentemente) è stato fatto rispettare questo divieto, gli atleti che però si sono attenuti a tale divieto sono però discriminati rispetto a chi ha potuto gareggiare in occasione della scorsa Domenica (11 ottobre 2015 – ndr). Non a caso diversi senior/master alcuni giorni fa si sono lamentati per l’impossibilità di poter gareggiare a causa del regolamento.

Fatta questa doverosa precisazione, che di per sè dimostra come sia stata priva di legittimazione da parte del regolamento tecnico / circolare gare la concessione della deroga per alcuni atleti, bisogna anche analizzare se i vincoli imposti nella deroga sono stati rispettati.

Limitatamente alla gara di Conegliano, i giovani che hanno ottenuto la deroga sono entrati nella classifica della coppa Veneto Youth ?

Hanno comunque ritirato eventuali premi e/o sono stati comunque premiati? Non è comunque facile immaginare come un atleta, anche se  fuori gara,  possa comunque influenzarla e falsarla.

La Fitri non ha pubblicato alcuna notizia in merito a questa ipotetica deroga, ai suoi destinatari e le modalità per riceverla ecc, ma contattata via mail (ufficio gare) , inoltrando una segnalazione con i nominativi degli atleti “fuori norma” che risultavano iscritti ad una gara di Domenica (11 ottobre 2015 – ndr), ha risposto con un lapidario ” GRAZIE DELLA SEGNALAZIONE

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
By
@novellimarco
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
backtotop