Mute Triathlon

Acuti di Chitti e Simic nella prima tappa del Grand Prix 2015

117 Flares Filament.io 117 Flares ×

Podio uomini Grand Prix

E’ partita l’edizione 2015 del grand prix Italy 2015 che come lo scorso anno ha visto come tappa d’apertura quella di Rimini.

Fortunatamente le condizioni proibitive del Venerdì che lasciavano presagire ad un annullamento della frazione natatoria , hanno lasciato spazio ad una giornata di relativa calma mete0rologica che ha accolto gli atleti il Sabato e quindi si sono potute svolgere regolarmente le gare con qualche piccola modifica dei percorsi.

Ad aprire le danze sono state le donne, con la ungherese del TD Rimini Horvath a prendere subito la testa della gara e a dimostrare che è in giornata di grazia , mentre dietro di lei la giovane De Quarto (Minerva Roma) che però poi scivolerà nelle retrovie nelle successive frazioni. Nella seconda frazione di forma un gruppo in testa di 13 unità che di fatto arriva senza forzare in T2 compatto. Alla fine del primo dei due giri della frazione podistica transita in testa la slovena Simic (DDS) seguita a pochi metri dalla  Horvath  mentre più staccate Zane (DDS) e Olmo (Pianeta Acqua). Nella seconda metà la leader allunga leggermente e riesce a tagliare il traguardo vittoriosa in 1.03.51 precedendo di 13″ la Horvath, mentre per il terzo posto ottima rimonta di Sara Papais (Td Rimini). Tra le Junior vittoria della Olmo che scivola sino alla 6° posizione riuscendo a rintuzzare l’attacco finale di Tamburri (Minerva Roma), mentre conclude il podio la Parodi (Virtus). Da segnalare i brutti incidenti per fortuna senza  tante conseguenze di Gaiardelli (Fiamme Azzurre) e Fioravanti (Minerva Roma)

Più serrata la battaglia tra gli uomini con 90 atleti al via e alcune defezioni e cambi dell’ultima ora. Il primo ad emergere dall’acqua è stato Shaw (PPRTeam) seguito a breve distanza dagli ottimi Pozzati (Cus Trento) , Corrà (Minerva Roma) e dall’azzurro Fabian (Carabinieri). Il tentativo di fuga in bici dei quattro dura solo un giro , da dietro infatti rientra il gruppo degli inseguitori con tutti i migliori. Nel finale Steinwandter (Carabinieri) perde terreno a causa di una foratura, mentre il suo compagno di squadra Hofer per lo stesso motivo entra in T2 leggermente attardato. Come già annunciato nel pre gara Fabian si ritira dopo la frazione in bici, per cui davanti si scatena la bagarre con De Ponti (Carabinieri) a fare l’andatura con Chitti (Cus Parma) e Stateff (Fiamme Azzurre) a tentare di resistergli, mentre da dietro Hofer si lancia all’inseguimento. La gara si decide in una volata entusiasmante,all’ingresso dell’ultima curva Chitti cambia ritmo e riesce a bruciare De Ponti sul filo di lana, mentre per il terzo posto Hofer piazza la zampata vincente scavalcando Stateff chiudendo a poco più di 2″ dal compagno di squadra. Tra gli Junior il primo al traguardo è stato Matias Montenegro (Los Tigres)  , unico a riuscire a chiedere la bici nel primo gruppo che ha preceduto un ottimo Pesavento (Triathlon Cremona Stradivari) mentre al terzo posto Chiodo (Virtus)

 

117 Flares Twitter 0 Facebook 115 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 117 Flares ×

Contribuisci al nostro lavoro diventa fan su Facebook: www.facebook.com/triathlonmania e follower su Twitter: twitter.com/trathlonMania1

Argomenti Correlati
Autore
By
@novellimarco
Posts Correlati

Commenti dei lettori


Inserisci Il Tuo Commento

Altre Notizie

Acuti di Chitti e Simic nella prima tappa del Grand Prix 2015

25th maggio, 2015
117 Flares Filament.io 117 Flares ×

Podio uomini Grand Prix

E’ partita l’edizione 2015 del grand prix Italy 2015 che come lo scorso anno ha visto come tappa d’apertura quella di Rimini.

Fortunatamente le condizioni proibitive del Venerdì che lasciavano presagire ad un annullamento della frazione natatoria , hanno lasciato spazio ad una giornata di relativa calma mete0rologica che ha accolto gli atleti il Sabato e quindi si sono potute svolgere regolarmente le gare con qualche piccola modifica dei percorsi.

Ad aprire le danze sono state le donne, con la ungherese del TD Rimini Horvath a prendere subito la testa della gara e a dimostrare che è in giornata di grazia , mentre dietro di lei la giovane De Quarto (Minerva Roma) che però poi scivolerà nelle retrovie nelle successive frazioni. Nella seconda frazione di forma un gruppo in testa di 13 unità che di fatto arriva senza forzare in T2 compatto. Alla fine del primo dei due giri della frazione podistica transita in testa la slovena Simic (DDS) seguita a pochi metri dalla  Horvath  mentre più staccate Zane (DDS) e Olmo (Pianeta Acqua). Nella seconda metà la leader allunga leggermente e riesce a tagliare il traguardo vittoriosa in 1.03.51 precedendo di 13″ la Horvath, mentre per il terzo posto ottima rimonta di Sara Papais (Td Rimini). Tra le Junior vittoria della Olmo che scivola sino alla 6° posizione riuscendo a rintuzzare l’attacco finale di Tamburri (Minerva Roma), mentre conclude il podio la Parodi (Virtus). Da segnalare i brutti incidenti per fortuna senza  tante conseguenze di Gaiardelli (Fiamme Azzurre) e Fioravanti (Minerva Roma)

Più serrata la battaglia tra gli uomini con 90 atleti al via e alcune defezioni e cambi dell’ultima ora. Il primo ad emergere dall’acqua è stato Shaw (PPRTeam) seguito a breve distanza dagli ottimi Pozzati (Cus Trento) , Corrà (Minerva Roma) e dall’azzurro Fabian (Carabinieri). Il tentativo di fuga in bici dei quattro dura solo un giro , da dietro infatti rientra il gruppo degli inseguitori con tutti i migliori. Nel finale Steinwandter (Carabinieri) perde terreno a causa di una foratura, mentre il suo compagno di squadra Hofer per lo stesso motivo entra in T2 leggermente attardato. Come già annunciato nel pre gara Fabian si ritira dopo la frazione in bici, per cui davanti si scatena la bagarre con De Ponti (Carabinieri) a fare l’andatura con Chitti (Cus Parma) e Stateff (Fiamme Azzurre) a tentare di resistergli, mentre da dietro Hofer si lancia all’inseguimento. La gara si decide in una volata entusiasmante,all’ingresso dell’ultima curva Chitti cambia ritmo e riesce a bruciare De Ponti sul filo di lana, mentre per il terzo posto Hofer piazza la zampata vincente scavalcando Stateff chiudendo a poco più di 2″ dal compagno di squadra. Tra gli Junior il primo al traguardo è stato Matias Montenegro (Los Tigres)  , unico a riuscire a chiedere la bici nel primo gruppo che ha preceduto un ottimo Pesavento (Triathlon Cremona Stradivari) mentre al terzo posto Chiodo (Virtus)

 

117 Flares Twitter 0 Facebook 115 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 117 Flares ×
By
@novellimarco
117 Flares Twitter 0 Facebook 115 Pin It Share 0 Google+ 2 Filament.io 117 Flares ×
backtotop